CULTURA & SOCIETA'

Alfonso Bellome per gli studenti ischitani al Re–Generation

Il Mennella eccelle alla prima maratona digitale dedicata alla sismicità e allo sviluppo delle aree interne del territorio italiano

Ottimo risultato quello conseguito dall’Istituto C. Mennella, uno dei suoi studenti, Alfonso Bellome della 4 B indirizzo nautico rappresenterà Ischia all’evento nazionale Re-Generation che si terrà a L’Aquila tra poche settimane. ”Siamo fieri del nostro campione che in più di un’occasione ha dimostrato il suo valore e la sua immensa dedizione per la scuola”, questo il plauso della Dirigente Di Guida e di tutto il corpo docenti. Nell’ambito del piano nazionale per la scuola digitale, l’IIS Cristofaro Mennella è stato, infatti, selezionato per partecipare al progetto Next Re-Generation, una tre giorni di formazione ed esperienze che si è tenuto a Rieti dal 9 all’11 maggio e che ha visto tra i docenti accompagnatori il professore Mandl.

Si tratta della prima maratona digitale dedicata alla sismicità e allo sviluppo delle aree interne del territorio italiano, che ha visto la partecipazione straordinaria di oltre 200 giovani provenienti da tutta Italia. Sono state due le competizioni nazionali che hanno animato gli spazi della Chiesa di San Domenico, il suo chiostro (per l’occasione aperto al pubblico) e l’antistante Piazza Beata Colomba: il RI-Generation Mode, una tre giorni di dibattito che ha coinvolto gli studenti delle scuole superiori provenienti dalle tutte le zone d’Italia esposte al rischio di calamità sismiche con l’obiettivo di affrontare i problemi, le sfide e le opportunità delle principali aree del territorio nazionale già colpite da terremoti. Il RI-Generation Hack, una competizione tra squadre  miste di studenti delle scuole reatine per co-progettare nuove soluzioni in grado di rigenerare alcuni luoghi abbandonati della provincia di Rieti, all’insegna dell’architettura e del design del futuro.

Ospite d’eccezione l’Architetto di fama internazionale Massimo Imparato, per la prima volta a Rieti.Nella chiesa di san Domenico erano quindi presenti le delegazioni di scuole provenienti da tutta Italia che come Ischia, hanno vissuto i tragici momenti del terremoto: Emilia Romagna, Abruzzo, Sicilia, Friuli, Umbria. In questi tre giorni i ragazzi sono stati divisi in squadre e hanno lavorato assieme per produrre e condividere idee e progetti, dunque offrire soluzioni concrete per affrontare un evento sismico. Un team composto da sette studenti, Lucrezia Cianconi, Ilaria Salustri, Thomas Borgatti, Alessandro Ciuchi, Erica Garibaldi, Francesca Moretti e Alfonso Bellome dell’Istituto C. Mennella,  ha presentato l’app “Just for quakes” per la prevenzione dei rischi legati al terremoto. Nel concreto si tratta di una applicazione che possa valutare e comunicare tempestivamente i danni provocati agli edifici a seguito dell’evento catastrofico.Alla fine dei tre giorni, l’applicazione è stata selezionata come uno dei migliori progetti e sarà presentata, nell’evento nazionale sul rischio sismico che si terrà a L’Aquila tra poche settimane. Ad maiora!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close