Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Alilauro e la patente contestata

ISCHIA. Un episodio controverso, riguardante i trasporti marittimi, si è verificato agli imbarchi Alilauro due giorni fa. È Silvio Mattera a raccontare la piccola disavventura vissuta nelle prime ore del mattino di venerdì scorso, quando si era recato alla biglietteria Alilauro e aveva acquistato un biglietto per residenti, esibendo il documento di riconoscimento, consistente nella patente di guida emessa nel nuovo formato “plastificato”. Tutto regolare, o almeno così sembrava. Ma ecco il racconto di Silvio in “presa diretta”: «Mi reco all’imbarco e il marinaio, con mia somma sorpresa, mi chiede di nuovo il documento di riconoscimento, che esibisco, e questi mi risponde che la patente di guida non è valida come documento, per cui non posso imbarcare». Mattera non si è tuttavia arreso: «Solo a seguito delle mie continue energiche insistenze per esigenze urgenti, mediante l’intervento del Comandante, riesco a imbarcare». Tuttavia, si chiede Silvio, «una domanda mi sorge spontanea: se la legge italiana ha esteso la validità della patente di guida in tutto il territorio nazionale come documento di riconoscimento al pari del passaporto e della carta d’identità, perché l’Alilauro non si adegua per evitare di creare problemi ai viaggiatori che al momento non possono difendersi? Come si deve comportare il viaggiatore se in quel momento ha solo la patente e non può rinunciare alla partenza?». Interrogativi che giriamo alla Compagnia.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button