Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Alla Capricciosa di Ivano Veccia il Premio Pizza dell’Anno 2021

Importante riconoscimento a Roma per il nostro concittadino: Qvinto è nella guida 50 Top Pizza e la specialità conquista un prestigiosissimo risultato

Sedicesimo posto in classifica e premio speciale per la Capricciosa: Qvinto Restaurant di Roma è entrato nella prestigiosa classifica 50 Top Pizza, grazie al lavoro del pizzaiolo ischitano Ivano Veccia, che ha conquistato anche il premio speciale con la sua Capricciosa come Pizza dell’Anno 2021 (Robo Award). Un traguardo importante per Qvinto, raggiunto nella classifica italiana dell’edizione 2021 della guida curata da Albert Sapere, Barbara Guerra e Luciano Pignataro, vinta anche quest’anno da I Masanielli di Francesco Martucci: nel 2020, infatti, il locale capitolino si era solo avvicinato alle 50 migliori pizzerie d’Italia, piazzandosi alla 54esima posizione.

Ivano Veccia
Ivano Veccia

Ivano Veccia ha ottenuto, così, una doppia vittoria, conquistando importanti consensi con la sua Capricciosa, che ha dedicato all’amico di sempre Nino Di Costanzo del Daní Maison di Ischia (due stelle Michelin). La pizza è condita con crema di Grana Padano stagionato 12 mesi, pomodoro del Piennolo del Vesuvio Dop di Olivella Gourmet, fior di latte del Mini Caseificio Costanzo, prosciutto arrosto della Macelleria Cillo, funghi saltati, olive Caiazzane (Presidio Slow Food), carciofo cotto sotto cenere, germogli e olio extravergine d’oliva Dop dell’azienda agricola De Carlo. Questa proposta, da ottobre, rientrerà nel menu speciale dedicato proprio alle Capricciose e che comprenderà anche la Faraona Capricciosa, ideata sempre insieme a Nino Di Costanzo e la Capricciosa di Mare, preparata con il baccalà dei Fratelli D’Avino di Somma Vesuviana. Tra le pizze del nuovo menu di Qvinto una menzione speciale va all’Oro d’Ischia: crema di Provolone del Monaco Dop, formaggio molle di bufala di Giuseppe Iaconelli e fior di latte del Mini Caseificio Di Costanzo. E, all’uscita, la pizza viene completata con polline fresco dell’azienda Oro d’Ischia, marmellata di fichi di Ischia dell’azienda La Pergola e germogli. Impossibile non citare anche le pizze vegetariane di Veccia, come la Lasagna Povera, sorprendente nella sua semplicità, con pomodoro San Marzano Dop dell’Agro Nocerino-Sarnese aromatizzato all’aglio, crema di Grana Padano Dop 12 mesi, Parmigiano Reggiano Dop grattugiato 24 mesi, origano d’Ischia, basilico, olio extravergine d’oliva De Carlo Dop Tenuta Torre di Mossa e germogli e la nuovissima Le Forme del Latte (la Quattro Formaggi). New entry da Qvinto anche la pizza vegana, come la Marinara Verace, la Melanzana Stracciata e la Tradizione Ischitana.

“Ringrazio la mia squadra, lo staff, la proprietà di Qvinto, la mia famiglia, Nino e chi ha creduto in me e nel mio lavoro in questi anni”, ha dichiarato in diretta streaming il pizzaiolo ischitano, in collegamento con il presentatore Federico Quaranta. Un risultato ancora più prezioso per la sua bellissima isola.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x