Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Alla guida col cellulare, giro di vite dei carabinieri

Nella giornata di ieri ben cinque pattuglie dell’Arma in azione a Forio, fioccano le multe per gli automobilisti indisciplinati. Sequestrate tre piante di marijuana a Punta Imperatore

Ormai è diventata una vera e propria crociata, e visto che il tema è quello della sicurezza stradale è proprio il caso di dire che il “giro di vite” era assolutamente inevitabile considerata l’indisciplina che caratterizza noi isolani quando ci mettiamo al volante, spesso rischiando di mettere a repentaglio l’incolumità nostra e quella del prossimo. Nella mattinata di ieri i carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal cap. Angelo Pio Mitrione, hanno effettuato una serie di posti di controllo concentrando le loro attenzioni sul territorio di Forio dove si è riversato un notevole numero di uomini e mezzi dell’Arma. Ben cinque, infatti, le pattuglie dislocate nei punti critici del Comune del Torrione, e come al solito i risultati non sono mancati. I tutori dell’ordine hanno elevato una ventina di contravvenzioni per violazioni di varia natura al codice della strada, in particolare nove sono stati gli automobilisti multati per essere stati sorpresi alla guida mentre utilizzavano tranquillamente il telefono cellulare. Il totale delle sanzioni ammonta a 2.500 euro. Da segnalare che ormai sulla tristemente nota Superstrada di Ischia quotidianamente è in azione l’autovelox in dotazione alla polizia municipale, “avvistato” anche ieri nella fascia oraria mattutina e pomeridiana.

Ma l’attività degli uomini a disposizione del cap. Mitrione si è concentrata anche su altri fronti. Sempre a Forio, nella zona di Punta imperatore, i carabinieri hanno infatti rinvenuto tre piante di marijuana coltivate all’interno di un terreno incolto. Le piantine sono state poste sotto sequestro ma non è stato possibile risalire all’identità di colui o coloro che avevano deciso di coltivarle in un’area che ritenevano essere sicura e lontani da occhi indiscreti. Le indagini proseguono ma è chiaro che sarà abbastanza difficile arrivare ad identificare i responsabili.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex