CRONACA

Alla Riva Destra l’immondizia è da foto ricordo

Durante il week-end l’enorme mole di rifiuti prodotta dagli esercenti rimane in strada per lungo tempo anche davanti al cartello che invita i turisti a scattare immagini per ricordare la propria vacanza. I ristoratori chiedono al sindaco che la raccolta si svolga anche il sabato

La foto è di quelle che suscita un sentimento di rabbia misto a ilarità. Davanti al cartellone strappa foto dove campeggia la scritta “Welcome to Ischia” è stato collocato un notevole numero di buste di immondizia. Chissà se l’autore dell’abbandono lo avrà fatto senza pensarci o con un sincero spirito di ironia, per ricreare, in una foto, l’effetto contrasto. L’immagine in effetti attira l’occhio. Proprio davanti al cartellone utilizzato da centinaia e centinaia di turisti per scattare la classica foto ricordo, c’è un cumulo di immondizia che mal si sposa con il clima placido e festoso che si respira sulla Riva Destra, salotto buono di Ischia dove migliaia di turisti e ischitani si riversano per bere un drink, mangiare un boccone accompagnati da buona musica.

 Ci mancava solo il gruppo di turisti di turno a mettere la faccia nello scontornato a fare una foto per far diventare virale un’immagine che potenzialmente avrebbe potuto fare il giro del web. Non è successo, almeno non ancora. Ma intanto la foto e la riflessione scattata da Alex Cannava ha comunque alzato un polverone e ricordato quanto ancora ci sia da lavorare sulla nostra isola per offrire un’accoglienza e un’ospitalità degne di una località che fa dell’accoglienza non solo una professione ma anche (almeno dovrebbe) una vocazione e una missione. Una sola foto, decisamente beffarda che sintetizzano in pochi pixel tutto il paradosso di una località dove certe immagini non dovrebbero mai essere viste.

Ma cosa succede alla Riva Destra? Perché siamo costretti ad assistere a questo genere di spettacoli? La risposta viene direttamente dagli esercenti che lavorano in Riva, accogliendo le esigenze di svago e divertimento di tante persone. In estate la cadenza della raccolta dei rifiuti dovrebbe essere aumentata. Attualmente – sottolinea Valentina Amitrano – la raccolta del secco indifferenziato avviene il venerdì mattina per poi essere effettuata nuovamente solo il lunedì. Il risultato è che la domenica sera noi ristoratori siamo costretti a tirare fuori la Spazzatura di tre giorni di lavoro molto intensi (che ci teniamo nelle nostre attività fino a quel momento). Abbiamo chiesto di effettuare la raccolta (almeno in questi mesi estivi) anche il sabato. Non si tratta di inciviltà. E posso garantire che noi paghiamo regolarmente e profumatamente per il servizi di nettezza urbana.

Quindi io pregherei chi ha preso questa di iniziativa di prendere prima bene informazione o quantomeno di indirizzare le accuse verso chi è artefice di questo scempio. Noi differenziano attentamente i rifiuti e li posizioniamo dinanzi alle nostre attività. Purtroppo ci rendiamo conto che rechiamo problemi a chi lavora ancora dopo la nostra chiusura e a chi frequenta la riva.

La domanda sorge quindi spontanea: i ristoranti sono costretti a conservare anche per più di 48 ore la spazzatura nei pressi del proprio locale, quindi che bisogno c’era di metterla proprio davanti a un cartellone che dovrebbe servire per raccogliere le foto dei nostri ospiti e che invece diventa un piccolo catalizzatore di inciviltà?  Alternative pare non ce ne siano. I ristoranti sarebbero obbligati a depositare i rifiuti all’esterno del proprio esercizio commerciale. Ciò obbligherebbe a lasciare per diverse ore le buste dell’immondizia su una delle strade più chic e frequentate dell’isola quando ancora i locali notturni sono nel pieno del proprio lavoro. Un’eventualità inaccettabile. Quale possibilità rimane quindi per i ristoratori se non quella di lasciare le buste di immondizia nella piazzola, lontano dal passeggio che in Riva solitamente è vivace fino alle ore piccole della notte?

Forse, come ha sottolineato Valentina Amitrano che ha spiegato bene il problema. la soluzione sarebbe quella di raccogliere il secco indifferenziato anche il sabato, in modo che l’immondizia non si accumuli troppo evitando così che scene del genere possano ripetersi nel cuore dell’estate.

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. L’immondizia sotto al cartellone sarà stata lasciata con il sincero spirito di ironia ma le buste nere lasciate fuori ai loro locali ,specialmente quelle dell’umido che rilasciano il percolato ed il relativo profumo ,o quei pochi bidoni scassati o le cassette di plastica con le bottiglie vuote sinceramente non hanno nessun spirito di ironia .Trovare una soluzione degna di una località turistica insieme a Lucibello è così difficile?

  2. Aggiornamento stamattina alle ore 07-30 solito cumulo di immondizia sotto allo stesso cartello lo troviamo a questo zozzone Sindaco Comandante della polizia urbana e qualsiasi altro che è in grado di fermarlo grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker