Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Alternanza scuola-lavoro, la presentazione del progetto con Don Maurizio Patriciello

A lui l’apertura di E – co – abitare 2.0, promosso dalla Diocesi di Ischia anche quest’anno offrirà due percorsi: prossimità e ambiente

Si terrà oggi pomeriggio al Centro Papa Francesco la presentazione del progetto E-co- abitare 2.0 il percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento che la Pastorale Sociale, giovanile, scolastica, la Caritas e il Progetto Policoro della Chiesa di Ischia rivolge ai giovani studenti. Anche quest’anno saranno due i percorsi che verranno presentati: area ambiente e area prossimità, un progetto di alternanza scuola lavoro che offre una proposta concreta per i nostri giovani.Ospite, alle 15,30, sarà Don Maurizio Patriciello, il sacerdote simbolo della lotta allo smaltimento illegale dei rifiuti. Illuminante la sua testimonianza di fede. Nato a Frattaminone, in provincia di Napoli, nel 1955, dopo anni in assenza dalla chiesa cattolica, incontra un frate francescano. Grazie a quest’ultimo che lo avvicina alla fede, lascia il suo lavoro di paramedico ed entra in seminario.

Viene poi ordinato sacerdote e diventa parroco nel quartiere ‘Parco Verde’ di Caivano, sempre nel napoletano. Da allora è impegnato in prima linea nella lotta alla tutela del territorio inquinato dalle discariche industriali inquinanti e radioattive. Per capirci, la cosiddetta ‘Terra dei Fuochi’. Ha visto, nel corso di questi anni, morire adulti, ragazzi ed addirittura bambini anche di 4 anni, oltre che il fratello Franco, per il cancro.Continua integerrimo a mettere a repentaglio la propria vita nel tentativo di scoperchiare anche quanto c’è dietro il traffico dei rifiuti nella terra a confine con Caserta. Ma a lui non importa e, quando il Ministro per l’ambiente Andrea Orlando è venuto per rendersi conto dello stato in cui versava Caivano, schiettamente gli ha detto: “Anche se questa è terra del clan dei Casalesi, qui non c’è da temere. È la gente che ha paura. Paura di perdere un figlio, se non ne ha già perso uno. Di vederlo morire, se è morto quello dei suoi amici. Paura che non si salvi se è in ospedale”. Non è rimasto però confinato nel piccolo quartiere dove svolge la sua funzione istituzionale. E’ infatti andato in tutti quei paesi campani dove esiste questo gravoso problema. E’ considerato un eroe da molte persone per le battaglie che quotidianamente e con amore porta avanti.Il primo marzo del 2015 ha visto morire il pm Federico Bisceglia che, con e come Patriciello, indagava sul problema dei rifiuti e sui loschi affari dei Casalesi.

Il magistrato è stato vittima di un incidente che all’inizio sembrava essere accidentale, ma dietro il quale sembra esserci, secondo le indagini, un omicidio architettato proprio dal clan camorristico.Con l’aiuto di Nadia Toffa e de Le Iene, ha realizzato servizi che hanno dato ancor più voce e risalto al problema della ‘Terra dei Fuochi’, grazie alla messa in onda su un canale di ampia portata come Italia 1. Con la conduttrice è nato inoltre un sincero legame di amicizia. Lo dimostra la volontà della donna, prima di morire, che i funerali venissero celebrati da lui.Partito già lo scorso anno il progetto vedrà, ancora una volta, l’agronomo Franco Matteracurarela parte relativa all’ambiente tra boschi, pinete e insetti, che lo scorso anno venne accompagnato nel progetto dalle Associazioni “Gli alberi e noi”, Cai e Legambiente.Luisa Pilato curerà, invece, per la Caritas Diocesana l’area prossimità.« È un’ occasione propizia – ha detto ai ragazzi – per portare la scuola nella città, aiutarvi a mettervi in ascolto del territorio e far diventare il percorso scolastico un’occasione per crescere e diventare persone che si sanno porre domande importanti per cambiare il mondo in positivo. Vi auguro di vivere un’esperienza bella». Fu questo il messaggio lanciato, lo scorso anno, dal Vescovo Lagnese, un invito a lavorare per la scuola per un mondo più bello.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x