LE OPINIONI

AMARCORD Ischitani, proteggete la vostra isola

Tanti anni fa: erano gli inizi degli anni 2000 una vacanza mi portò a villeggiare a Ischia e contemporaneamente a scrivere qualche breve intervento su “Il Golfo”. Fu allora che conobbi l’impareggiabile Domenico Di Meglio, persona indimenticabile di cui mi onorai per la sua amicizia sincera e trasparente, insieme a tutte le altre qualità che lo contraddistinguevano, non comuni generalmente in un uomo che mi dimostrò d’essere realmente disponibile in quelle occasioni. Oggi ritorno con la memoria e il ricordo commosso a “quel bel tempo andato”, a quell’orizzonte azzurro che circonda l’isola protetta dall’Arcangelo: Procida, immune dalle tempeste dell’attuale temperie, e col pensiero accomuno usanze e costumanze al nostro Meridione/Mediterraneo, alle isole del Golfo e alle loro paterne viole, flora e fauna, architetture e scelte stilisticamente coraggiose, originali; canti popolari: poesie e musica di nenie lontane: romanticismo genuino, non inquinato di rapporti umani specie tra i giovani (pescatori) e le “donzelle” popolane. Da Enea ai miti della Grecia classica rivivono nella Campania Felix le storie nostre, che caratterizzano in maniera ampiamente unica la nostra cultura, il nostro meridionalismo (questo sì). E allora questo scritto ha una sola ragion d’essere: ritornare su il Golfo a spronare gli isolani, a proteggere il loro ambiente, continuare a fare del loro territorio l’emblema della Bellezza e della Storia, a vivere il loro luogo come rifugio dell’anima e simbolo della vera cultura.   

Matteo Coco

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close