Statistiche
CRONACA

Ambulatorio vacante, la minoranza tuona: «Sindaco, attivati» 

L’imminente chiusura dello studio medico del dottor Mazzella preoccupa la cittadinanza. I pazienti di Serrara saranno costretti a raggiungere Cartaromana per consulti, ricette mediche e diagnosi. I consiglieri di opposizione chiedono al primo cittadino chiedere all’Asl un’adeguata sostituzione

Una crisi sanitaria per Serrara Fontana? Per buona parte della cittadinanza del comune amministrato dall’ing. Rosario Caruso non ci sono dubbi: si va verso un ridimensionamento che causerà un grave disagio per chi ha necessità di recarsi in ambulatorio per i più svariati problemi di salute. A destare preoccupazione è la chiusura imminente dell’ambulatorio del dottor Mazzella, situato a Serrara. I pazienti, che hanno accolto la notizia con stupore, si chiedono ora cosa saranno costretti a fare per continuare a ottenere ricette e pareri medici.

Nella peggiore delle ipotesi gli affezionati pazienti che hanno stretto un rapporto personale di fiducia saranno costretti a recarsi a Ischia, dove il dottore continuerà a prestare il proprio servizio. Una novità foriera di grandi disagi, soprattutto per le persone anziane del territorio che avranno non poche difficoltà a recarsi presso l’ambulatorio del dottore, situato in via Cartaromana. Un disagio che subiranno soprattutto coloro che non possono fare affidamento su un’automobile e dovranno muoversi in bus, con la seccatura di dover utilizzare due. Uno per raggiungere Ischia e poi un altro per raggiungere la località di Cartaromana, non raggiungibile direttamente dai mezzi pubblici per chi proviene da Serrara Fontana. Ma anche chi ha a disposizione una vettura si troverà costretto a effettuare molti chilometri per raggiungere l’ambulatorio.

Una situazione che allarma buona parte della popolazione tanto da convincere la minoranza del consiglio comunale di Serrara Fontana a presentare un’interrogazione firmata da Clotilde Trofa, Palma Iacono, Roberto Iacono e Umberto Di Iorio. I consiglieri, all’unisono, chiedono al Sindaco di attivarsi, con estrema urgenza, affinché verifichi attraverso l’ASL territoriale l’immediata sostituzione del medico al fine di garantire ai nostri cittadini un servizio sia ambulatoriale che domiciliare.

« La vicenda – ha sottolineato il consigliere di minoranza Roberto Iacono – dimostra ancora una volta che il Comune di Serrara Fontana è la cenerentola dell’Isola d’Ischia ed i cittadini in particolare di Serrara sono considerati di serie B o C stando anche il modo con cui il Sindaco giustifica il medico e mette in secondo piano i bisogni dei pazienti. Da giorni abbiamo invitato il Sindaco ad intervenire per assicurare un nuovo medico per i pazienti. Aspettiamo ancora la risposta. Al di là di questo ci aspettiamo che una risposta veloce sia data ai residenti a Serrara con la presenza di un nuovo medico. Soprattutto gli anziani e le persone in difficoltà non possono ricevere assistenza dal medico attraverso posta elettronica o whatsapp».

Un ambulatorio in meno sul territorio di Serrara Fontana rappresenta un’oggettiva perdita, un ulteriore tassello che si perde del mosaico pericolante della sanità che negli ultimi anni, nonostante il lavoro eccezionale svolto dal personale medico, viene messo sempre più a dura prova da perdite di servizi che si fanno mese dopo mese sempre più preoccupanti, questo in sintesi il messaggio lanciato dalla minoranza del consiglio comunale di Serrara Fontana che adesso attende una risposta dal Sindaco per conoscere quale futuro attende il comune di Serrara Fontana.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x