Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Amici in arte, un pomeriggio dedicato alla pittura ‘en plain air’

di Isabella Puca

ISCHIA – L’entusiasmo di un pomeriggio di pittura en plain air è ancora alle stelle tra gli Amici in arte, gruppo che da anni fa di alcuni scorci della nostra isola vere e proprie opere d’arte fisse nella tela. Erano in tantissimi venerdì scorso su uno dei belvederi più belli che la nostra isola possa offrire, quello della Mandra a pochi passi dal vecchio carcere, per dipingere, ciascuno secondo la sua ispirazione, la cartolina per eccellenza della nostra isola: quella del Castello Aragonese lambito dal mare pieno di barche. Quello di venerdì è stato l’ultimo di tre appuntamenti en plain air che ha visto protagonisti giovani appassionati come i ragazzi del laboratorio di pittura dell’Associazione Luca Brandi e artisti veterani come Antonella Buono, Francesco Mazzella, Annamaria DI Meglio, Massimo Venia, Giovanni Lubrano Lo Bianco e Nello Di Leva. Prima di vedersi alla Mandra, gli appassionati artisti si erano dati appuntamento prima alla Chiesa dello Spirito Santo di Ischia Ponte e poi alla Mortella per due appuntamenti, altrettanto belli, immersi nell’architettura sacra ischitana e nella verdeggiante natura voluta dai Walton.

Ciascuno armato del materiale più bello, tra colori, chine, pastelli e diversi supporti alla pittura, ha trascorso un pomeriggio ammirando il maestoso Castello e lasciandosi ispirare dai colori del cielo e del mare che sembrano, a un tratto, confondersi. Quello stesso panorama che ha ispirato innumerevoli artisti, ischitani e stranieri, rimasti incredibilmente affascinati dalla nostra isola, ha dato stimolo a tutti i nostri artisti che su tela, carta o legno, hanno fissato un bellissimo pomeriggio in arte, lontano da televisioni, computer e cellulari. «Questi appuntamenti, – ci dice Luca Mazzella –  nella loro semplicità sono di un’importanza straordinaria soprattutto per i giovanissimi che con sano spirito di aggregazione si acculturano apprezzando la bellezza a pochi passi da casa, suscitando in alcuni il serio e impegnativo proseguire nell’arte, impresa non facile, ma nemmeno impossibile».

A sentir parlare Luca, figlio del noto pittore Mario Mazzella, sembra essere tornati indietro nel tempo quando gli aspiranti artisti erano accanto a quelli già affermati per apprendere ogni cosa possibile, dal movimento del pennello alle sfumature per rendere perfetto il colore del mare. «L’ augurio, – ha concluso Luca a nome degli Amici in Arte – è quello di proseguire nell’organizzare altri eventi così da potere dare la possibilità ai partecipanti di scambiare la loro esperienza artistica e il piacere di dipingere tutti insieme».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex