CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

Anche a luglio il mare di Ischia è “Eccellente” 

L'Agenzia regionale per l’ambiente della Campania ha decretato lo stato di salute delle acque dell’isola 

L’Arpac – agenzia regionale per l’ambiente della Campania – ha concluso i controlli routinari del mese di luglio, svolti in tutti i 328 punti rappresentativi di altrettante acque di balneazione monitorate dall’Agenzia. In aggiunta a questi, nel corso del mese sono stati finora svolti 81 prelievi di altro tipo. Si tratta di prelievi supplementari, di studio, di delimitazione ed emergenziali.  Da un’analisi dei dati di luglio, diffusi in tempo reale anche sul Portale acque del ministero della Salute e attraverso l’app “Arpac Balneazione” per dispositivi mobili, emergono nuove criticità in provincia di Napoli, di cui alcune rientrate in seguito ai successivi controlli. Le acque che circondano l’isola di Ischia restano ‘Eccellenti’. Nei primi giorni del mese di luglio c’è stato solo qualche giorno di divieto di balneazione a Sant’Angelo. Un guasto alla condotta aveva determinato un esito sfavorevole delle analisi effettuate su un campione di acqua marina prelevata nella fascia costiera del Comune di Serrara Fontana. Il guasto alla condotta è stato prontamente riparato difatti l’esito delle analisi effettuate dall’Arpac ha dato esito positivo che ha permesso la revoca dell’ordinanza di revoca del divieto temporaneo di balneazione.  

“I controlli routinari programmati per il mese di luglio sono dunque conclusi, per riprendere ad agosto”, commenta il dirigente della UO Mare Arpac, Lucio De Maio, “ma prosegue l’attività di monitoraggio delle acque di balneazione, anche in questi giorni. Sono già in corso i prelievi supplementari per le acque ancora in divieto temporaneo di balneazione, insieme alle indagini conoscitive per individuare le cause della contaminazione riscontrata in questi tratti di costa. In caso di ulteriori criticità che dovessero emergere nelle prossime settimane, saranno effettuati tutti i rilievi e le ispezioni del caso per assicurare ai cittadini la salubrità del nostro mare”. 

Le acque di balneazione sono state così classificate secondo le classi di qualità previste dalla norma: Scarsa, Sufficiente, Buona, Eccellente. In ogni caso i tecnici regionali eseguiranno i controlli in tutti i punti della rete di monitoraggio e in quelli di campionamento aggiuntivi, secondo il calendario regionale prestabilito, a partire dal mese di aprile (prelievo prestazionale) e per tutta la stagione balneare dal primo maggio fino al 30 settembre. Il mare che circonda l’isola ha ottenuto, nella sua interezza, il risultato di “Eccellente”.    

Il mare di Ischia è eccellente, anche se ci sono alcune eccezioni.  Secondo la delibera regionale vanno dichiarate “acque non adibite all’uso balneare e in divieto permanente” tutti i restanti tratti di costa non compresi nelle acque di balneazione, quali foci di fiumi o canali non risanabili, collettori, aree portuali, aree marine protette e servitù militari. Sull’isola di Ischia, quindi, le aree in prossimità dei porti di Ischia, Casamicciola, Forio, Serrara Fontana e Lacco Ameno, non sono balneabili. 

Per i più tecnilogici l’Arpac ha dato vita all’applicazione “ARPACampania Balneazione”. Si tratta di uno strumento informativo multipiattaforma finalizzato a diffondere le informazioni sullo stato di qualità di tutti i tratti di mare del litorale campano adibito all’uso balneare. Sviluppata in ambiente iOS e Android, è presente sui due store di riferimento: App Store di Apple (iOS) e Play Store di Google (Android). Si tratta di un’applicazione semplice, intuitiva, gratuita, decisamente in linea con le finalità della normativa vigente di settore in quanto garantisce la massima informazione alla popolazione. Inoltre, è in conformità al novello Piano Triennale per l’Informatica nella PA 2019-2021 che, tra l’altro, considera prioritario il principio di “digitale per definizione” (digital first), progettando ed implementando sempre più servizi al cittadino tramite l’utilizzo delle tecnologie digitali. Una APP specifica per lo stato di balneabilità delle coste campane consente di poter veicolare in modo più efficace e puntuale il set di informazioni sulla Balneazione, attualmente diffuse e dettagliate mediante il canale web sul proprio portale istituzionale (www.arpacampania.it) attraverso un sistema di più rapida accessibilità, fruibile e tecnologicamente in linea con i tempi. 

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. La verità verrà a galla? Un giorno si dice che il mare di Ischia è sporco, un altro invece è pulito. Vedere con i propri occhi è l’unica soluzione.

  2. Io farei un piccolo esperimento, metterei delle vongole in una bacinella e poi dell’acqua marina di Ischia e dopo qualche giorno farei mangiare a Sautè le vongole al responsabile dell’Arpac di Napoli, e cosi saremo tutti sicuri e contenti che l’acqua spesso fetida di molte zone di Ischia è da bere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close