ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ancora atti vandalici nella Pineta degli Atleti

di Lujan Albano

ISCHIA – I vandali colpiscono ancora e anche questa volta tocca alla pineta degli atleti: la casetta di legno posta alla destra dell’entrata in Via Leonardo Mazzella è letteralmente sfondata. La domanda a questo punto è: “L’amministrazione comunale deciderà, prima o poi, di prendere dei provvedimenti e in che modo si può tutelare la bellezza del nostro territorio?” Rivolgersi alle famiglie degli adolescenti al giorno d’oggi, si sa, non risolverebbe il problema. Oramai, sembra che i genitori non siano più responsabili delle azioni svolte dai loro figli. D’altro canto, cosa possono saperne loro di ciò che questi ragazzini fanno nel tempo libero? Se, poi, camminiamo ancora un po’ ed arriviamo al Lungomare Cristoforo Colombo (il “Lido”, per intenderci) troveremo una bellissima panchina senza aste di legno su cui poterci sedere. Godersi il panorama con vista mare non è mai stato così suggestivo, vero? Gli atti vandalici nel comune d’Ischia erano già stati precedentemente segnalati da noi del “Golfo” in un articolo di cronaca risalente al 30 settembre 2016, in cui parlavamo della situazione degli attrezzi cigolanti e della mancanza d’acqua nelle fontane. Sono circa cinque anni che le fontane nella pineta degli atleti sono state rimpiazzate da spazzatura maleodorante e che gli ischitani si lamentano del mal funzionamento degli strumenti per praticare lo sport. Gli attrezzi in questione potrebbero essere di gran lunga pericolosi soprattutto per i bambini che frequentano la pineta e che dovrebbero giocare in un ambiente sano e non pericoloso. Si spera che il Comune di Ischi, questa volta, intraprenda seriamente un percorso di prevenzione atto a valorizzare e rendere pienamente agibile una delle pinete più frequentate dagli abitanti dell’isola d’Ischia. Ricordiamo, ancora una volta, che le travi non sono ben fissate al suolo e rischiano di cadere da un momento all’altro.

E ancora, in seguito ad un sopralluogo, abbiamo constatato che i giochi per bambini situati nel comune di Barano, più precisamente a Buonopane “giù la Cappella” non sono stati riparati. Le altalene sono ancora aggrovigliate su loro stesse ed agganciate alla trave di legno che le sostiene. Riportiamo nuovamente il commento di Luigi Mennella, un giovane che lavora per la cooperativa Kalimera e che in passato si è offerto di riparare le altalene della pineta di Fiaiano gratuitamente. «Secondo me ha molta più forza il movimento civile» – aveva dichiarato dopo essersi manifestato sfavorevole alla creazione di un’associazione per rivendicare la riqualificazione del territorio isolano – «è bello sentire il senso di appartenenza per la propria isola». Ed è proprio questo quello che dovremmo sentire e che dovremmo trasmettere ai più giovani, per far si che, un giorno, la nostra isola possa ritornare quella di un tempo. Sarebbe bello poter dare un’immagine bella e rigorosa del nostro territorio, e non solo in seguito a grandi occasioni che lo vede protagonista. Si spera che il 2017 possa portare buone notizie per quanto riguarda la manutenzione del nostro paese, ma soprattutto che i ragazzini smettano di praticare atti vandalici rovinando l’isola d’Ischia. Forse, sarebbe giusto organizzare un percorso di sensibilizzazione tramite le scuole; prima di curare noi stessi dovremmo imparare a prenderci cura dell’ambiente circostante.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker