Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Aperitivo in terrazza, arrivano i carabinieri: stop per 130

I militari dell’Arma sono intervenuti presso la terrazza del “Blanco”, ubicata a Casamicciola Terme in via Salvatore Girardi. Sanzionati i partecipanti, per la struttura scatta la chiusura di cinque giorni

E’ inevitabile, dopo un periodo di lockdown e una stagione invernale caratterizzata da una serie di restrizioni (tra cui quelle che hanno interessato il periodo di Natale e Pasqua) l’avvento della zona gialla in Campania non poteva che “risvegliare” la voglia di socialità anche sulla nostra isola. E non è un caso che determinati fenomeni – assembramenti e mancanza di distanziamento sociale in primis – siano tornati a rappresentare una preoccupazione. Ristoranti e bar aperti e finalmente (specie i tavolini dei secondi) nuovamente affollati hanno anche riportato indietro nel tempo, restituendo anche dal punto di vista visivo quel senso di normalità che di fatto però ancora non c’è dal momento che il covid resta un incubo ben presente e radicato. Ma quel che conta, in ogni caso, è rimanere sempre nell’ambito del rispetto delle regole. Che possono essere alle volte controverse e difficilmente comprensibili ma che in ogni caso vanno rispettate. E questo, evidentemente, non sempre succede.

I carabinieri della Stazione di Casamicciola, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione e coordinati dal maresciallo Arturo Battello, sono intervenuti domenica sera presso la “Terrazza” del Blanco, noto disco bar casamicciolese ubicato a Casamicciola sul lungomare di via Salvatore Girardi. I militari dell’Arma hanno appurato che nella struttura era in corso il classico aperitivo con dj set alla presenza di circa 130 persone. Molte di queste, è vero, si trovavano all’esterno, ma senza rispettare il distanziamento sociale e senza essere seduti ai tavoli come impongono le attuali normative anti contagio. Ovviamente, alla vista delle forze dell’ordine molti ragazzi hanno guadagnato l’uscita nel timore di essere identificati e multati e in quel momento i tutori dell’ordine – muniti di buon senso – hanno favorito l’uscita dal locale per evitare che il “fuggi fuggi” generale potesse creare problemi a qualcuno. Poi però ognuno è stato comunque identificato e coloro che non indossavano la mascherina saranno sanzionati successivamente. La stessa sorta è toccata al proprietario del locale, che in base alle normative si è visto anche notificare il provvedimento di chiusura dell’attività commerciale per cinque giorni.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x