ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Argos, la proposta di legge per la tutela degli stagionali approda al Parlamento

Venti di speranza all’orizzonte per i lavoratori stagionali del comparto turistico e non solo. La Argos è infatti approdata al parlamento italiano.  La proposta di legge di iniziativa popolare per l’istituzione della categoria dei lavoratori stagionali  ed agricoli e per la disciplina dell’assicurazione a retribuzione graduale per l’occupazione, promossa nei mesi scorsi dall’Associazione Lavoratori del Turismo di Ischia, dal comitato Tutela stagionali di Taormina e dal gruppo Salviamo l’indennità  di disoccupazione, è stata infatti presentata al Senato lo scorso 8 Febbraio.  A presentarla i senatori Giuseppe Francesco Maria Marinelli di NCD, insieme a Laura Bianconi, Mario Della Tor, Ulisse di Giacomo e Salvatore Torini, cofirmatari dell’iniziativa parlamentare. Una svolta questa, che arriva quasi inaspettata dal momento che la suddetta proposta di legge, nei mesi scorsi, non aveva raggiunto il necessario numero di firme per la presentazione della stessa in sede parlamentare.  Era l’Aprile dello scorso anno, infatti, quando venne avviata la raccolta firme all’interno degli uffici comunali non solo di Ischia, ma di gran parte delle regioni d’Italia, grazie al supporto di associazioni, cittadini e anche consiglieri comunali.  A settembre, poi, la notizia da parte dei promotori della iniziativa del mancato raggiungimento delle 10.000 firme necessarie.

Nonostante questo insuccesso, la proposta di legge, è stata, però, ugualmente affidata a diversi gruppi parlamentari al fine di riuscire a bypassare il problema del mancato   “quorum” necessario di firme. Obiettivo questo, che sembra essere,  ora, quindi, stato raggiunto. «Chi l’avrebbe mai detto – ha commentato Carla Lotti, tra i promotori dell’elaborazione dell’Argos, insieme all’isolano, Riccardo Iovene – che la nostra proposta sarebbe giunta in parlamento. La nostra tenacia è stata premiata. La proposta ha fatto un passo avanti. Noi, però non ci facciamo alcuna illusione perché è stata presentata da partiti che sono nella maggioranza, ma con pochi rappresentanti. Vediamo cosa succederà, tanto noi non molliamo. Per la precisione, oltre che dal Senatore Marinelli del NCD, insieme ai colleghi di partito, è stata presentata anche dai senatori Bencini,Romani e Molinari di IDV.  La proposta è in mano a tutti»

Bisognerà ora, dunque, attendere i prossimi mesi per capire se effettivamente per l’Argos ci sia davvero futuro e soprattutto se ci sia la volontà da parte di chi è al governo di approvare il suddetto disegno di legge  che andrebbe ad abolire la Naspi,  la nuova indennità di disoccupazione introdotta nel 2015, non più pari ai mesi di lavoro svolto ma alla metà. Naspi alla quale, come è ormai ben noto, si stanno fortemente opponendo i lavoratori stagionali da ormai quasi due anni, chiedendo nuove normative più adeguate. La Argos – depositata alla corte di Cassazione di Roma lo scorso 21 Marzo – mira infatti ad istituire un sussidio di disoccupazione che sia direttamente proporzionale ai periodi di contributi sia nella durata che nell’importo, ed una maggiore tutela e riconoscimento istituzionale dei lavoratori del settore.  L’auspicio, insomma, è che il governo prenda in seria considerazione la proposta di legge. Staremo a vedere cosa succederà. Quel che è certo comunque è che anche questo 2017 sarà  un anno  battaglia per i lavoratori del settore.

Sara Mattera

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close