Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Arriva Mini Zizì, la navetta eco sostenibile per anziani e diversamente abili

Ischia. Migliorare la qualità della vita dei cittadini da una parte,  dall’altra garantire maggiore fruibilità del territorio. E’ questa la  ricetta del servizio di trasporto gratuito che a partire da quest’ oggi, collegherà il Borgo di Ischia Ponte  con l’area di parcheggio di Via Mirabella.  Dopo Zizì, servizio navetta di collegamento tra il Palazzetto dello Sport, piazza degli Eroi, Via Michele Mazzella e Via Leonardo Mazzella, inaugurato lo scorso aprile, arriva mini Zizì,  navetta elettrica che  garantirà una  migliore fruibilità di Ischia ponte – da anni penalizzata dalla mancanza di un adeguato parcheggio veicoli – non solo per i residenti della zona, ma anche per quanti con difficoltà di deambulazione.  Promotore dell’iniziativa il Comune di Ischia, in sinergia con l’associazione Emmaus Onlus e Ischia Ambiente. «Da anni – ha spiegato il primo cittadino di Ischia, Enzo Ferrandino – Ischia Ponte è fortemente penalizzata dall’assenza di un parcheggio. Il costruendo parcheggio de La Siena, non è stato ancora completato a causa di difficoltà tecniche oggettive rispetto le quali la pubblica amministrazione può fare ben poco. Nell’attesa del completamento dell’opera, abbiamo deciso, quindi, di mettere insieme le nostre forze per generare questo  servizi di collegamento gratuito che andrà ad implementare le percorrenze dell’altra navetta Zizì».

Mini zizì, consistente in otto posti, sarà in funzione, infatti, nelle ore di traffico limitato del borgo di Ischia Ponte,  cercando di soddisfare le esigenze  di tutti quei cittadini che spesso, non potendo permettersi, causa difficoltà motorie di circolare a lungo a piedi e non avendo adeguati spazi di parcheggio per i propri veicoli, rinunciano a frequentare la zona in questione.  Un’iniziativa, insomma ad ampio respiro e ad impatto zero, e che è parte, però di un progetto ben più variegato.  Proprio l’associazione Emmaus, infatti,   si farà promotrice di un’altra iniziativa “Ischia cardio protetta”, consistente nell’installazione di tre defibrillatori semia-automatici lungo il territorio. Nello specifico,  i defibrillatori donati dall’associazione al Comune di Ischia, saranno disposti rispettivamente ad Ischia Porto, in Piazzetta San Girolamo e sulla stessa mini Zizì. Al contempo,  già dalla prossima settimana, partiranno corsi BLS- D per  40 vigili urbani che saranno così pronti ad intervenire sul territorio in caso di emergenza. « Il nostro obiettivo – ha spiegato il presidente dell’associazione, Arcangelo Russo – è quello di migliorare non solo la qualità della vita e del territorio, ma anche garantire sicurezza per turisti e cittadini». « La sinergia tra il Comune di Ischia – ha  proseguito il sindaco Ferrandino – e l’assocazione Emmaus- è un esempio concreto e fattivo di come le parti sociali  possano collaborare fattivamente per risolvere quelle che sono le problematiche del territorio». «Sono sicuro – ha concluso il primo cittadino – che continuando su questa strada, con un impegno da parte di tutti, riusciremo a raggiungere concreti risultati in termini di mobilità alternativa e di vivibilità del territorio»

 

Sara Mattera

 

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex