Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Asilo conteso, Curia e Comune a un passo dall’accordo

CASAMICCIOLA TERME. Non ci sono conferme, ma presto l’appello rivolto dal sindaco Castagna alla Diocesi potrebbe essere raccolto. Il confronto tra Comune e Curia per l’utilizzo dell’asilo alla Sentinella potrebbe arrivare a una amichevole composizione proprio in questi giorni, anzi, stando ad alcune indiscrezioni le parti potrebbero nuovamente incontrarsi domani stesso. La proposta di un nuovo summit per trovare una soluzione alla questione che si inscrive nell’ambito dell’emergenza scolastica creata dal sisma era stata lanciata  una settimana fa dal primo cittadino in chiusura della missiva con cui il sindaco rispose alla lettera di Don Agostino Iovene. Il sacerdote aveva avuto parole molto critiche verso l’operato dell’amministrazione casamicciolese, di cui stigmatizzava il mancato rilascio dell’immobile da parte dell’ente. Castagna si dolse   della presunta “ostinazione” che il sacerdote vedeva nell’operato dell’amministrazione, visto il costante dialogo mantenuto tra le parti,  rivendicando inoltre il proprio ruolo e criticando le valutazioni di carattere tecnico, amministrativo e giuridico fatte dall’esponente della Curia. In più, il sindaco rimarcò l’impegno del Comune a favore dei bambini e in particolare di quelli disabili: proprio per questo l’amministrazione cerca una soluzione in grado di contemperare prima di tutti gli interessi e le necessità di questi ultimi.  Il rilascio del fabbricato Asilo alla Sentinella, spiegò il sindaco di Casamicciola, è condizionato dalla necessità ed urgenza, che si è materializzata all’indomani del sisma dell’agosto scorso, di reperire strutture idonee ad ospitare la popolazione scolastica. Gran parte delle strutture scolastiche del Comune di Casamicciola Terme sono state danneggiate dal sisma e, nonostante l’impegno profuso dall’amministrazione comunale, l’emergenza permane: un anno scolastico si è quasi concluso e i bambini della scuola dell’infanzia hanno perso una occasione di crescita. Castagna infine chiarì l’inconsistenza di ogni alternativa all’immobile della Sentinella, in quanto il tecnico comunale ritenne non idonei i locali della parrocchia di San Ciro per ospitare una scuola materna.

La missiva del sindaco si chiudeva tuttavia con una mano tesa alla Curia, confermando e dichiarando la disponibilità per un incontro, proponendo anche la mattina di sabato scorso al Capricho come data e luogo del summit. La breve risposta della Curia è arrivata a stretto giro: gli esponenti della Diocesi hanno fatto sapere che erano impossibilitati a presenziare per tale data. Ecco dunque che le diplomazie delle due parti si sono rimesse in moto e, come detto in apertura, potrebbe essere vicino il momento dell’incontro che da alcuni ambienti vicini alla Curia e all’amministrazione comunale viene indicato come decisivo per la sospirata stesura di un accordo in grado di cancellare la disputa che ha caratterizzato gran parte di questo travagliato primo anno scolastico post-sisma.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x