CRONACAPRIMO PIANO

Assoforense, chiuse le iscrizioni: inizia il toto candidature

È cominciata la volata finale per le elezioni del nuovo direttivo dell’associazione: entro venerdì sera gli iscritti potranno candidarsi, in vista della votazione fissata il 18 ottobre

Si sono chiuse poche ore fa, precisamente alle 23:59 di ieri, le iscrizioni all’Assoforense isolana. Il presidente e il tesoriere uscenti, gli avvocati Francesco Cellammare e Alberto Morelli, hanno raccolto fino a tarda sera le adesioni dei colleghi: non ci sono ancora numeri ufficiali, ma si stima che gli iscritti dovrebbero essere superiori a quelli delle scorse elezioni, quando si arrivò a oltre 170 iscritti. Com’è noto, l’iscrizione entro la data di ieri garantisce il diritto a candidarsi e a votare per l’elezione del nuovo consiglio direttivo dell’associazione forense. Elezione che si terrà durante l’assemblea del prossimo 18 ottobre. Adesso gli occhi sono puntati sul prossimo fine settimana: venerdì sera scadranno i termini per la presentazione dei candidati alle cariche di presidente e di consiglieri. Nonostante le numerose riunioni delle ultime settimane, non ci sono ancora candidature ufficiali. È stato fatto spesso il nome dell’avvocato Gino Di Meglio, quale probabile nome su cui far convergere la maggioranza dei nomi, ma resta difficile pensare che la nutrita schiera di sostenitori del presidente uscente Cellammare si allinei su tale candidatura, dopo l’assemblea dello scorso luglio, che vide i due professionisti su posizioni quasi opposte.

Ma anche volendo tener conto di questa diversità di posizioni, lo zoccolo duro di elettori dell’attuale presidente dovrebbe esprimere un altro candidato. Tra i corridoi del Tribunale girano altri nomi, ma nessuno esce ancora allo scoperto. I prossimi giorni saranno prevedibilmente caldi, e sarà impegnativo, a voler essere eufemistici, trovare una candidatura che sia realmente condivisa dalla grande maggioranza degli avvocati, che ancora una volta faticano a trovare unità d’intenti per esprimere i loro rappresentanti, ma anche una comune linea d’azione. Se un nome autorevole e gradito a tutti può ancora essere trovato, è infatti più realistico pensare che i candidati in corsa per la poltrona di presidente saranno almeno due. Naturalmente, quando la volata finale si avvicina, le cose cambiano di ora in ora, e ogni previsione può essere completamente smentita. Forse, scorrendo gli elenchi degli iscritti, si potrà avere maggiore contezza circa la forza delle “correnti” in gioco, e dunque anche su schieramenti e sui candidati che nel prossimo fine settimana saranno ufficializzati.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close