Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 5

Assunta Barbieri: «Insegnare è un viaggio bellissimo, ora continuerà per altre strade»

Gianluca Castagna | Maria Beatrice Mancini saluta Lacco Ameno e lascia il testimone ad Assunta Barbieri, che da settembre sarà la nuova preside dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Mennella”. Per la scuola ischitana si tratta di un passaggio importante perché testimonia la presenza di tutti i dirigenti scolastici in ogni realtà educativa presente sul territorio. Risultato affatto trascurabile, poiché solo la presenza di un “titolare” garantisce autentica stabilità, attenzione e progettualità. Soprattutto nella scuola dell’autonomia, dove il preside non è più un controllore esterno distaccato e severo, ma protagonista decisivo dell’offerta formativa, insieme con tutti gli altri soggetti che operano nell’istituzione scolastica.
E’ stata la stessa prof.ssa Barbieri, cresciuta a Casamicciola e oggi residente a Forio (dove vive con il marito Giovanni e i due figli, Ivan e Davide), a comunicare ufficialmente sui social una notizia che, per certi versi, era già nell’aria. «Qualcosa cambierà – ha scritto la preside sul suo profilo Facebook – da settembre sarò il dirigente dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Mennella” di Lacco Ameno, il mio lavoro cambierà ma sarà sempre per loro, per i giovani e resterò nella scuola, il posto dove amo stare. Resterò sulla mia isola, un territorio bellissimo ma allo stesso tempo difficile e complicato, un territorio che conosco e che continuerò a cercare di migliorare attraverso la valorizzazione dei talenti dei suoi figli. Passerò dagli studenti grandi a quelli piccoli, ma per me sarà una sfida entusiasmante e cercherò di dare il massimo, come ho sempre fatto. In questo momento di grandi emozioni il mio pensiero va alla mia famiglia, che mi è stata vicina in tutto questo tempo e soprattutto al mio meraviglioso marito Giovanni che mi ha sempre sostenuta».

Diplomata al liceo classico di Ischia, laureata nel 1990 con il massimo dei voti e lode alla Facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Napoli Federico, la Barbieri ha insegnato economia aziendale e turistica all’Istituto Tecnico per il Turismo “Cristofaro Mennella” , dove è riconosciuta come una delle professioniste più preparate, entusiaste e infaticabili. Una vera macchina da guerra dalle capacità organizzative e di sintesi non comuni.
«Il mio pensiero – ha aggiunto la professoressa – va anche a quella che è stata la mia casa in tutti questi anni, alla grande famiglia del “Cristofaro Mennella”, perché quella che sono lo devo anche a loro, a tutti i miei colleghi con i quali ho condiviso esperienze, emozioni e momenti indimenticabili. Un abbraccio ai miei compagni di studio e delle tante battaglie che si sono succedute in questi anni, in particolare alle mie amiche Giuseppina Di Guida, Marisa Annunziata e a Isabella Bonfiglio che aspetto che tagli presto questo meritato traguardo. Il mio pensiero va a tutti i miei studenti dai quali sempre, in questi anni, ho avuto tanto, ognuno di loro mi lascia qualcosa e su questo tesoro continuerò a costruire il percorso. Adesso c’è una nuova pagina da scrivere …»

Scuola materna, dell’infanzia, elementare e scuola media di Lacco Ameno. Tre plessi (uno in pieno centro, su C.so Angelo Rizzoli, l’altro a via Pannella, il terzo alla Fundera) per un istituto intitolato all’ex sindaco di Lacco Ameno (e preside anche lui) Vincenzo Mennella.
«Per me significa entrare in un mondo nuovo – ha raccontato Assunta Barbieri al quotidiano Il Golfo che l’ha raggiunta telefonicamente – in fondo non ho mai avuto a che fare con la scuola di base. Ho sempre insegnato alle superiori, ma questa sfida mi affascina moltissimo. L’idea di prendere in mano le vite di tanti bambini, studenti in erba da seguire nella loro crescita, cercando di valorizzarne i talenti e le inclinazioni naturali, lavoro non certo facile, sarà la mia prossima missione. Uno dei problemi della scuola italiana è quello dell’orientamento. Oggi le scuole del territorio sembrano più impegnate a una guerra per accaparrarsi gli studenti anziché capire cosa è meglio per loro, quale sia la scuola giusta da scegliere una volta terminato il loro primo ciclo di studi. L’insegnamento è stata una palestra fondamentale: avrei potuto tentare il concorso da dirigente anni fa, non l’ho mai voluto fare prima perché insegnare, per me, è sempre stato un bellissimo viaggio. Che continuerà, anche se attraverso altre strade».
Alla notizia della nomina sono seguite manifestazioni di affetto da parte dei docenti e presidi di altri istituti. Ex e nuovi colleghi. «Sono stati tutti carinissimi con me, a cominciare da Maria Chiara Conti a Gianpietro Calise, di cui in parte raccolgo l’eredità, visto che anche lui è stato dirigente scolastico al comprensivo Mennella. Ci tengo in particolare a ringraziare il sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale e l’assessore alla Cultura Cecilia Prota. Entrambi mi hanno chiamata, congratulandosi e dandomi il benvenuto. Mi vedono come una risorsa del territorio per la scuola del territorio. E’ bello sapere che l’amministrazione è al mio fianco, pronta a intraprendere un percorso assieme».
«Non conosco i docenti e il personale non docente della scuola che andrò a dirigere. Ma so che c’è un Direttore dei servizi generali amministrativi stabile da anni, che quindi conosce bene questa realtà e che mi sarà di grande aiuto. E’ una figura apicale importantissima, oggi, nella scuola dell’autonomia, perché lavora gomito a gomito con il dirigente. I problemi, a partire dalla palestra attigua al plesso della Fundera e da troppo tempo in attesa di collaudo, li affronteremo insieme con l’aiuto dei docenti e delle famiglie».

I complimenti alla Barbieri per il nuovo incarico sono arrivati anche dal CIDI
 Ischia, di cui è uno dei membri più attivi. In una nota si legge: «Docente amata da centinaia di studenti e colleghi, lungimirante progettista, ottima comunicatrice, socia fondatrice, componente del gruppo direttivo e formatrice del Centro d’Iniziativa Democratica degli Insegnanti dell’isola d’Ischia, la prof.ssa Barbieri non risparmia mai le proprie energie e, soprattutto, il suo entusiasmo nel suo quotidiano impegno per e con la Scuola isclana, senza tralasciare la presenza costante e strategica nella formazione del personale docente. Ad Assunta vanno le più vive e sentite congratulazioni per il nuovo incarico da parte di tutti i Soci del CIDI Isola d’Ischia, nella certezza che continuerà a contribuire in maniera concreta e determinante alla crescita della Comunità Educativa della nostra isola».

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x