Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Assunzioni a Lacco Ameno, ecco gli ammessi alle selezioni

LACCO AMENO. Il Comune del Fungo imprime un’accelerazione alle procedure per i concorsi che porteranno l’ente ad assumere cinque nuove unità. Sono stati approvati gli elenchi degli ammessi alle prime prove per le quattro selezioni il cui termine per presentare la domanda di partecipazione è scaduto lo scorso 15 novembre. Sono state nominate anche le rispettive commissioni esaminatrici. Nel dettaglio, la prima selezione riguarda un posto di istruttore direttivo contabile, categoria “d”, posizione economica “d1” – a tempo indeterminato e part-time al 50%. La dottoressa Anna Li Pizzi ricoprirà il ruolo di presidente, con i componenti i dottori Anna Di Scala e Salvatore Mele, e il geometra Domenico Patalano a fare da Segretario. Per il posto di istruttore amministrativo, categoria “c”, posizione economica “c1”, a tempo indeterminato e part time al 50%, la procedura di selezione sarà presieduta dal dottor Ciro Raia, affiancato dalle dottoresse Li Pizzi e Di Scala, coadiuvate dalla segretaria Francesca Migliaccio. Per i due posti di istruttore di vigilanza, cioè agente di polizia municipale, categoria “c”, posizione economica “c1”, part time al 50% ed indeterminato, come Presidente della Commissione è stato designato il Comandante Raffaele Monti, e come componenti l’architetto Alessandro Dellegrottaglie e la dottoressa Maria Rosaria Petrillo. Anch’essi saranno assistiti da Francesca Migliaccio. Infine, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di un istruttore tecnico, categoria “c”, posizione economica “c1”, sarà proprio Dellegrottaglie a guidare la selezione, affiancato dal comandante Monti e dall’avvocato Lucrezia Galano come componenti, con il vigile urbano Loreta Pisani a occuparsi delle mansioni di segreteria. Come componente aggiunto per l’accertamento della conoscenza della lingua inglese richiesta dai bandi di concorso per tutte le quattro procedure concorsuali, è stata nominata la professoressa Giuseppa Trofa, insegnante di lingua in quiescenza. L’ente ha prenotato una spesa presunta di euro 13mila per far fronte ai costi delle operazioni di selezione. Le selezioni sono la conseguenza della delibera di giunta municipale dello scorso 15 maggio, per la copertura dei posti in pianta organica indicati nel piano di fabbisogno 2018. Per ciascuno dei quattro concorsi indetti, nel caso in cui i candidati siano più di cinquanta, sarà organizzata una preselezione da svolgersi attraverso quiz a risposta multipla, per determinare gli ammessi alle successive prove scritte. Chi riuscirà a superarle, accederà a quella orale. Saranno anche valutati i titoli di studio, di servizio, oltre a quelli culturali e al proprio curriculum formativo e professionale. Al termine della prova orale, la Commissione, che dispone di trenta punti per ciascuna prova e di dieci punti per i titoli, predispone la graduatoria di merito: il punteggio finale sarà dato dalla somma dei voti conseguiti nelle prove scritte e in quella orale, e del punteggio per i titoli valutati. Dopo l’approvazione e la dichiarazione del vincitore del posto messo a concorso, la graduatoria di merito resterà valida per tre anni dalla data di approvazione, e potrà essere utilizzata per la copertura di posti a tempo indeterminato che si rendessero disponibili nello stesso profilo professionale successivamente all’indizione.

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex