Statistiche
CRONACA

Assunzioni, continua il pressing di Castagna in Prefettura

Continua l’azione del sindaco di Casamicciola per ottenere le unità di personale necessarie per le attività di ricostruzione post sisma. Oggi nuovo incontro negli uffici di Piazza del Plebiscito

Non si fermano le manovre dell’amministrazione di Casamicciola per ottenere il riconoscimento della possibilità di assumere le unità di personale necessarie alle attività di ricostruzione post-sisma. Le cosiddette “assunzioni sismiche”, venute a scadenza lo scorso dicembre, restano indispensabili per far fronte alle istanze di sanatoria edilizia e alle numerose procedure per poter impiegare i finanziamenti stanziati a favore dei privati e del settore pubblico.

Di questo ma non solo il sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna ha discusso nel pomeriggio di mercoledì col Prefetto di Napoli; a quest’ultimo sono stati mostrati anche gli emendamenti relativi a tributi e mutui presentati per l’inserimento nel Decreto Milleproroghe, volti a evitare che le pretese creditorie delle banche si stringano in maniera irreparabile su un tessuto socio-economico fortemente provato dalla doppia crisi, quella post sisma e quella sanitaria. Una tenaglia che già sta facendo tenere la sua pressione. Non c’è alcuna questione politica, ma si tratta di una questione di pura necessità amministrativa: il primo cittadino ha spiegato che il prolungamento delle assunzioni sismiche deve contenere anche l’aumento del numero di unità da assumere. Per l’ente del Capricho dodici unità sono insufficienti, e servirebbero almeno altre quattro. Se ciò non dovesse accadere, le conseguenze potrebbero essere devastanti: su questo il sindaco è stato molto franco.

Del resto, la gran parte del problema-terremoto è sulle spalle del Comune di Casamicciola, in misura minore su quelle di Lacco Ameno e in misura men che minima su Forio. Una sproporzione che deve riflettersi anche sulle risorse umane da assegnare a ciascun Comune. Il primo cittadino ha consegnato al Prefetto una notevole mole di documentazione a supporto delle istanze dell’ente, compresa la corrispondenza intercorsa col commissario delegato alla ricostruzione Carlo Schilardi. Il prefetto ha ascoltato attentamente e con la massima disponibilità le argomentazioni del sindaco, mettendosi anche in contatto col commissario, e promettendo di segnalare la questione al Ministero degli Interni. Del resto, già prima del periodo natalizio il Comune aveva inviato alla Prefettura altra documentazione sul tema. Oggi stesso l’ingegner Castagna sarà di nuovo a Napoli negli uffici di Piazza del Plebiscito per ulteriori chiarimenti in merito.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x