CRONACAPRIMO PIANO

Assurdo a Casamicciola: c’è l’ordinanza di sgombero, ma fitta la casa

E’ successo nella cittadina termale, dove le proprietarie di un’abitazione hanno ceduto la stessa in locazione a una cittadina dominicana. E per giunta hanno anche stipulato un regolare conflitto. Il caso scoperto dalla polizia municipale, gli atti trasmessi in Procura

Potremmo chiamarla leggerezza ma proprio non ce la sentiamo, magari potremmo definirla follia e a quel punto la terminologia potrebbe avere un senso. Una follia, detto per inciso, che potrebbe costare cara a un cittadino isolano che adesso probabilmente si vedrà chiedere spiegazioni dalla Procura della Repubblica che per ovvi motivi è stata prontamente messa a conoscenza dell’accaduto. Tutto nasce da una relazione del comando di polizia municipale di Casamicciola, firmata dal comandante Giovanni Mattera: un “autografo” che ultimamente proprio non passa inosservato visto che di recente un altro rapporto aveva scatenato un balletto sull’opportunità o meno di mantenere aperto il mercato settimanale che si svolge presso il Pio Monte della Misericordia. Ma cosa riporta di tanto grave l’atto, che per la cronaca è stato indirizzato al segretario comunale, al sindaco e al responsabile dell’area tecnica edilizia privata?

L’oggetto è già di suo allarmante: segnalazione inottemperanza ordinanza sindacale n. 318 del 27 dicembre 2017. Nel mirino è finito un immobile ubicato in un’area del territorio casamicciolese colpito dal violento sisma del 21 agosto di quasi tre anni fa. Ecco cosa scrive il comandante Mattera: “Si segnala che personale di questo comando, a seguito segnalazioni, in data 5 agosto 2020 ha accertato che l’immobile sito alla via (omissis) di proprietà delle signore (omissis) nonostante l’ordinanza sindacale n. 318 di sgombero per inagibilità a seguito del sisma del 21 agosto 2017, risulta abitato. Si segnala che nonostante la notifica dell’ordinanza in questione in data 14 ottobre 2019 la signora (omissis) concedeva in locazione alla signora J.C.B. – di nazionalità dominicana e residente a Napoli – attuale occupante dell’immobile”. E non è tutto perché la seconda parte della relazione di Mattera racconta di come la proprietaria dell’abitazione che avrebbe dovuto rimanere sgombera non si è nemmeno curata di coprire l’illecito che stava perpetrando, al punto che il comandante scrive testualmente: “La stessa (l’inquilina, ndr) riferiva di aver regolarmente firmato un contratto di locazione dell’immobile e di aver ricevuto il possesso dello stesso in data 14 ottobre 2019 e di non essere a conoscenza di alcuna ordinanza di sgombero. Esibiva copia del contratto di locazione e ricevuta di avvenuta registrazione all’Agenzia delle Entrate”.

Insomma, incredibile ma vero, la proprietaria di casa oggetto di ordinanza di sgombero ha seguito tutte le regolari procedure, ignorando solo che in quell’abitazione per motivi di sicurezza non potesse abitarci nessuno. Non ci sono dubbi, allo stato dell’arte, che la vicenda vivrà una inevitabile coda dal momento che – e non potrebbe essere altrimenti – nella sua relazione come “tale circostanza è stata già comunicata, con atto separato, alla Procura della Repubblica”. Che adesso certo non potrà rimanere a guardare dinanzi all’esposto partito dalla polizia municipale della cittadina termale. Il rischio per le padrone di casa è quello di dover rispondere di violazione dell’articolo 650 del codice penale ossia di inosservanza ai provvedimenti dell’autorità.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button