ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Assurdo ad Ischia: si pubblicizza il nuovo parcheggio a pagamento ma ci si dimentica di installare i dissuasori di sosta

Ischia. La polizia municipale emette un’ordinanza e il Comune la ignora beatamente. Da ben quattro anni. A raccontarlo sembrerebbe quasi una barzelletta, ma come si suol dire, non c’è limite al peggio o, come in questo caso, all’assurdità. Succede nel Comune di Ischia, precisamente in via Prima Traversa Morgioni dove i residenti del posto sono a dir poco esasperati dalla situazione che stiamo per raccontarvi. Tutto comincia nel lontano 2012, quando gli abitanti della strada in questione indirizzano una petizione al sindaco del Comune di Ischia, Giosi Ferrandino e al Comando della Polizia municipale per chiedere l’installazione di dissuasori di sosta lungo la traversa. La richiesta è spinta dalla necessità di mettere un freno alla sosta selvaggia di veicoli, soprattutto da parte di non residenti che ostacolano il passaggio di mezzi di grossa dimensione come quelli del 118. Nel 2013, dopo numerose sollecitazioni, il comandante della polizia municipale di Ischia, il tenente Giovan Giuseppe Pugliese, emette, quindi, un’ordinanza con la quale ordina all’ufficio tecnico del Comune di installare i suddetti dissuasori. I residenti pensano di poter tirare finalmente un sospiro di sollievo, ma così, purtroppo, non è stato. Ad oggi, infatti, l’ordinanza in questione rimane inottemperata con i veicoli che continuano a sostare selvaggiamente soprattutto all’ingresso della strada, creando non pochi disagi al passaggio di eventuali mezzi di soccorso. Il motivo di questa mancanza da parte dell’ufficio tecnico di Ischia non è chiaro, ma pare che – stando a quanto ci è stato riferito- sia stata la stessa amministrazione comunale a non voler mettere in atto i dettami imposti dalla polizia municipale. Ad essere ignorata, però, non solo l’ordinanza del comando dei vigili urbani. A non essere stata tenuta in debita considerazione anche la nota protocollata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, risalente al 28 Maggio del 2015, nella quale si sollecitava l’amministrazione comunale di Ischia e il comandante della polizia municipale ad accertare quali fossero i motivi che avessero impedito l’esecuzione dell’ordinanza del 2013. Morale della favola? I residenti di Via Morgioni attendono da quattro anni un risvolto in questa situazione senza aver ottenuto ancora alcun risultato. Le assurdità sulle problematiche che affliggono la strada in questione, però, non finiscono qui. Qualche giorno fa, il Consigliere della maggioranza del Comune di Ischia, Luca Spignese ha annunciato l’apertura di un parcheggio per i residenti della zona. «Con immensa soddisfazione – ha scritto Spignese sul suo profilo facebook – annuncio l’apertura del parcheggio per i residenti di via Prima Traversa Morgioni. Questo problema affligge da anni gli amici della zona, ma dopo una sinergia comune tutto si è risolto con successo. La politica si fa in strada, rimettendoci la faccia e non imbrogliando come fanno tanti furbetti». Ma quale successo, ci verrebbe da dire! Ebbene si, perché il parcheggio in questione, aperto per garantire maggiori possibilità di sosta ai residenti della zona che da anni lamentano anche la scarsità di spazio a disposizione per il posto auto, è in realtà a pagamento. Il parcheggio è stato, infatti, ubicato in un terreno di proprietà di un residente di Via Prima Traversa Morgioni, nella parte alta della strada e che, in evidente accordo con il Comune di Ischia, da la possibilità agli abitanti della zona, di parcheggiare le auto nel suo terreno dietro un lauto corrispettivo che si aggira intorno ai 75 euro mensili. Uno spazio di circa 200 metri quadri dove sostano, quotidianamente, una quindicina di auto appartenenti per lo più a quanti abitano in quella parte della traversa. «Con questo parcheggio – ci dice Silvio Mattera residente di Via Morgioni– il proprietario si è assicurato una consistente rendita mensile alle spalle di tante famiglie che a stento riescono ad arrivare a fine mese. Ma non è questo il nodo cruciale della questione. Il vero problema è quello della sosta selvaggia che resta comunque irrisolto dato che molte auto continuano a parcheggiarsi soprattutto ad inizio della strada,ostruendo così il

passaggio dell’ambulanza». Insomma, mentre l’amministrazione di Ischia si auto-celebra in pompa magna per l’apertura di questo pseudo parcheggio, i residenti di via Prima Traversa Morgioni continuano ad essere ignorati su esigente più pregnanti, a partire dalla necessità dei dissuasori di sosta che, senza alcuna plausibile spiegazione, non sono mai stati installati e la cui mancanza continua, purtroppo a creare, molteplici problemi. Non a caso, nel corso della giornata di Giovedì è stato necessario l’intervento dei soccorsi del 118 per una cittadina residente della zona che si era sentita male. Soccorsi che non riuscendo a passare con l’ambulanza all’interno della traversa, a causa delle auto in sosta selvaggia, hanno dovuto trasportare la barella a mano lungo la strada. «In che cosa consistono – conclude Silvio- i benefici ottenuti dall’apertura di questo parcheggio? Questa non è una soluzione adeguata. La vera soluzione sarebbe stata trovare un’area da adibire a parcheggio pubblico e gratuito. Se qualche politico volesse veramente interessarsi ai veri problemi di Prima Traversa Morgioni vada a leggere gli atti degli anni passati e almeno provi prima a risolvere quelli riportati dalle nostre sottoscrizioni».

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex