Statistiche
CRONACA

Barano, arriva lo stop ai lavori di metanizzazione

Dal 24 luglio al primo settembre sospeso tutte le opere della CPL Concordia nel comune amministrato dal sindaco Dionigi Gaudioso, ma ci sono due eccezioni

Non si può certo negare che i lavori di trasporto e distribuzione del gas metano nel comune di Barano siano andati a rilento, almeno secondo gli standard previsti per lavori così complessi e delicati, che hanno bisogno di tecnici specializzati e di essere realizzati con precisione e professionalità. A partire dall’inverno e per tutta la primavera inoltrata non sono stati pochi i disagi per gli automobilisti che avevano necessità di spostarsi tra i comuni di Ischia e Barano. La strada che li congiunge, via Vincenzo Di Meglio, è stata quella più problematica per le abitudini della cittadinanza, costretta a dover fare a meno dell’importante arteria viaria per interminabili nottate che hanno comportato il dirottamento del traffico veicolare sulle strade secondarie dei due comuni, lo Spalatriello, via Duca D’Abruzzi, complicando non poco gli spostamenti di chi aveva esigenza di muoversi dopo le 20.30, orario di inizio dei lavori che si sono protratti fino a notte fonda.

Un’operazione resa possibile dalla scarsa presenza – almeno se paragonata a quella che ha invaso e invaderà l’isola in questi giorni – di autovetture nel periodo più freddo dell’anno. Ora però siamo in piena estate e sul calendario incede veloce il mese di agosto, che è sempre un banco di prova davvero difficile per la tenuta dell’ordine pubblico sull’isola. Per tale motivo il comune di Barano per tutelare la pubblica incolumità, ha disposto la sospensione dei lavori di metanizzazione a partire dal 24 luglio e fino al primo settembre, fatta eccezione per via Cocoruofo e via Molara dove, visto che le strade sono o pedonali o a traffico veicolare ridotto, la sospensione decorrerà a partire dal 3 agosto.

Quindi a Barano dal 24 luglio i lavori della Cpl Concordia inizieranno a diminuire il 24 luglio per poi stopparsi del tutto a pochi giorni dall’inizio del mese di agosto.

Il 2 settembre si ricomincia con gli scavi, gli allacci e i controlli che aggiungeranno altri tasselli al nuovo mosaico energetico del comune di Barano che nell’arco di poco tempo porterà nelle case di molti baranesi il gas fin dentro le abitazioni, una piccola rivoluzione che dovrebbe migliorare, almeno nel disegno comune dei 6 sindaci, la qualità della vita degli isolani.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex