Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Barano, cambia la tipologia dell’abusivismo

di Luigi Balestriere

BARANO. E’ cambiata la tipologia dell’abusivismo edilizio nel territorio comunale baranese. Sono rare le costruzioni ex novo sequestrate, la vera piaga del passato, dunque, sembra non ritornare da queste parti. La nuova geografia delle realizzazioni illegittime disegna una nuova tendenza. Spesso si tratta di piccoli abusi come costruzioni di tettoie, scale, terrazzi e piccoli ampliamenti di strutture già esistenti.

Ma c’è un lavoro enorme che ruota attorno ai procedimenti penali legati alle edificazioni senza autorizzazioni. Al Comando della Polizia Municipale di Barano diretta dal Capitano Ottavio Di Meglio c’è una sezione ad hoc con due uomini che si occupano della materia. Qui si conta una media di circa quattro sequestri al mese e qualcosa come una cinquantina di procedimenti penali all’anno, senza contare i voluminosi incartamenti legati a vecchie costruzioni abusivi su cui pende l’occhio del Tribunale.

Sono già sedici le ordinanze di demolizioni e provvedimenti ad esse legate e notificate in questi primi venti giorni dell’anno, quasi una al giorno. Le firme del Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale sono in ottemperanza alla legge e sugli ultimi solleciti della Procura della Repubblica che molto ha spinto sul caso.Anche le acquisizioni di strutture abusive al patrimonio comunale vanno demolite e ad Comune va solo l’area in cui esse si posavano. Non c’è una vera e propria emergenza del mattone selvaggio, ma la nuova metamorfosi dell’abusivo edilizio seriale è spesso per opere pertinenziali e per le quali, a volte, è possibile ottenere le autorizzazioni a costruire.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x