CULTURA & SOCIETA'

Barano celebra la giornata nazionale delle Pro Loco d’Italia con una mostra in Piazza San Rocco traformata in un salone di esposizione di belle arti e artigianato locale

HANNO ESPOSTO PROPRI LAVORI APPREZZATISSMI DAL NUMEROSO PUBBLICO ACCORSO ALLA MANIFESTAZIONE: Antonio Cutaneo, Michele Di Massa e Il Ceppo Matto, Anna Nasti, Amalia Buono, Concetta Riccio, Flavia Lombardi, Pina e Amalia Mazzella, Virginia Di Costanzo,Teresa Di Febbraro, Raffaella Di Meglio, Pasquale Monti, Annarosaria Trani, Filippo Florio. Un bella atmosfera creata dal dolce suono della chitarra di Agostino Lombardi e del mandolino di Lucio Eroico

Ormai Barano d’Ischia da quando anch’esso vanta una sua Proloco non si ferma più. Le manifestazioni sociali, culturali e di promotion si organizzano l’una dopo l’altra. Diciamo che l’Associazione “Pro Loco Barano d’Ischia” è quasi una neonata, ufficializzata con D.G. 12 Direzione Generale per le politiche culturali e turismo – Decreto Dirigenziale n. 258 del 18.07.2019 (Art. 3 – Regolamento Regionale n. 2/2015 – L.R. 18/2014). La Pro Loco baranaese si presentò al paese nella sua prima manifestazione “Barano, nel mito, nelle fiabe e nei racconti dei viaggiatori”, che si tenne in Piazza San Rocco nello spazio retrostante la Chiesa di San Sebastiano, sabato 31 agosto 2019, solo tre anni fa .

I primi colonizzatori di Barano furono i greci, che eressero presso la fonte di Nitrodi un ninfeo posto sotto la protezione delle ninfe e di Apollo, dio della bellezza e della salute. Inizialmente chiamato solo Barano, nel 1862 il Comune scelse di chiamarsi Barano d’Ischia che si compone di diverse località: Vatoliere, Piedimonte, Fiaiano, Testaccio, Maronti, Buonopane. Buonopane è famosa anche per la sua acqua curativa della sorgente Nitrodi. Il nome dell’antico Casale di Moropano, che Greci e Romani conoscevano, frequentavano ed apprezzavano, deriva dal greco Mur – Pan, che significa tutto cavo (o tutte cave). Ciò spiega anche la posizione del centro abitato proprio tra le “cave” del Pallarito, di Candiano, di Terzano e di Nitrodi. Quindi Barano si presenta con ancora una manifestazione della giovane “Pro loco Barano d’Ischia” che ce la mette tutta per promuovere il territorio d’appartenenza.

Venerdi scorso 10 luglio 2022, Giornata Nazionale delle Pro Loco d’Italia, la piazza San Rocco di Barano d’Ischia si è trasformata in un salone d’esposizione di artisti ed artigiani locali, ospitando i bellissimi lavori di tanti autori nostrani.La manifestazione “Arte e artigianato del territorio” è stata un’occasione per far conoscere i prodotti artistici ed artigianali dell’isola. Tanti i personaggi intervenuti, tanti gli stimoli proposti in diversi campi di produzione artistica. Hanno esposto:Antonio Cutaneo, artista poliedrico che mette nella sua arte la passione per la storia e le tradizioni del nostro territorio, pittore, scultore, restauratore, presepista e ogni altra forma artistica esprimono il suo talento e la sua capacità di trasmettere valori; Michele Di Massa e Massimiliano Lombardi, restauratori e pittoriche riescono a trasmettere attraverso le proprie opere le incredibili emozioni che provano guardando le panoramiche mozzafiato offerte dalla nostra isola e con impareggiabile bravura riescono a contagiare l’osservatore; Il Ceppo Matto che raccoglie e dà vita a pezzi di legno ormai morti, ne tira fuori l’anima in essi racchiusa trasformandoli nelle forme che il tronco stesso suggerisce alla sua fervida fantasia.

Seguendone la forma naturale mette a nudo il cuore del ceppo mostrando lo splendore delle immagini nascoste sotto la scorza lignea; Inoltre hanno esposto i propri prodotti artigianali:Anna Nasti, Amalia Buono, Concetta Riccio, Flavia Lombardi, Pina e Amalia Mazzella, Virginia Di Costanzo, Teresa Di Febbraro, le immancabili signore maestre o allieve che da anni trasmettono o imparano nei corsi della Pro loco le antiche arti, ricamo, uncinetto, chiacchierino, cestini di rafia, taglio e cucito, lavorazione con i ferri, e tanto altro ancora, capolavori antichi e moderni fatti con la stessa bravura e la stessa passione delle nostre nonne. Non è mancata neppure l’esposizione improvvisata di un bellissimo quadro realizzato all’uncinetto con l’immagine di padre Pio realizzato da Raffaela Di Meglio del Bar Ferrari. Pasquale Monti, che ha aperto recentemente la sua attività di vendita a Buonopane riproponendo cestini e non solo in rafia, infatti ha esposto paralumi, cornici, ventagli ed altro ancora, tutte opere realizzate dalle nostre carissime signore del paese che ancora continuano una tradizione antica.

Annarosaria Trani, un’esperta artigiana per passione che si è arricchita imparando l’intreccio dei cesti nelle forme più svariate, il tipico “canist” di salici, la “nassella” di ginestra e la beneaugurale cornucopia. A tempo perso si diletta anche nella produzione di splendide borse all’uncinetto. Filippo Florio, per ultimo ma non ultimo che, con la sua azienda agricola propone un artigianato enogastronomico che racconta la sua opera eroica di recupero delle tradizioni e dei prodotti di nicchia come la trasformazione e la conservazione naturale senza aggiunta di prodotti chimici né conservanti di prodotti ortofrutticoli autoprodotti, origano, capperi, conserve, pomodori secchi, olive in salamoia, miele, e tanto altro ancora il tutto condito dagli preziosi racconti storici che solo Filippo sa ricordare. Infine ha arricchito la serata un piccolo laboratorio di produzione del formaggio tenuto in estemporanea da un membro della Pro loco, nel quale partendo dal latte si è prodotto il formaggio fresco primo sale eseguendo sul banchetto in piazza tutte le fasi di produzione con una semplice lavorazione artigianale. Ha arricchito la serata un’atmosfera creata dal dolce suono della chitarra di Agostino Lombardi e del mandolino di Lucio Eroico che si sono trovati a passare per caso e non ce l’hanno fatta a non fermarsi nella piacevole situazione creata dalla manifestazione.

Ads

Speciale Reportage fotografico Di Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Ads

Collaborazione: Ersilia Conte

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischismondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex