Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Barano, da Don Livio all’avvocato Di Meglio: vince la memoria

Nomen omen. E’ già pronto l’elenco dei nomi che andranno ad identificare strade, piazze, slarghi e scuole di Barano ancora prive di denominazione. E’ l’ultimo atto del rivoluzionario e necessario progetto di riordino della toponomastica su cui si sta lavorando con oculatezza da circa due anni.

Sarà una deliberazione ad hoc della Giunta Municipale nelle prossime settimane a scrivere la nuova geografia baranese, ma già cominciano a circolare le prime indiscrezioni sui nominativi. Non ci saranno variazioni sugli attuali indirizzi, solo le vie e le aree attualmente anonime saranno interessate dalla nuova identificazione. La scelta dell’Amministrazione Comunale sarà bipartisan e avrà come criterio quello di aver partecipato alla storia e all’attività amministrativa e sociale del Comune. Una strada, una piazza o una scuola avrà il nome di Don Livio Baldino, il compianto parroco di Barano, ma anche intitolazioni per l’Avvocato Giovanni Di Meglio, il Sindaco di Barano delle grandi opere. La lista si allunga con il nominativo di Arcangelo Mazzella, primo cittadino per poco più di un biennio a metà Anni ’70 e ancora con il Maestro Aniello Manco ed altri personaggi tra amministratori comunali e uomini impegnati nel sociale che hanno lasciato il segno a Barano.

Capillare l’operazione di mappatura delle zone, delle strade e degli edifici che andrà a completarsi con i vari sopralluoghi nel prossimo mese di marzo. Tutte le strade saranno identificate con una mattonella artistica con lo stemma del Comune, così come tutti le case, i varchi e gli edifici che riporteranno il civico e l’indicazione della strada su cui ricadono. «Siamo giunti ormai a buon punto del riordino della toponomastica che non era più rinviabile – commenta il Sindaco Paolino Buono – ogni strada avrà finalmente un nome che sarà legato a chi ha lasciato tracce tangibili nella storia e nell’attività amministrativa e sociale del nostro Comune. Saranno nominativi bipartisan e senza preferenze politiche. Ricorderemo tutti coloro, nel limite del possibile, che hanno inciso nella nostra storia. E’ mia intenzione non far gravare il costo dell’operazione sui cittadini, nemmeno per il costo delle mattonelle, che saranno artistiche. Tutta l’operazione ci è costata sotto i 50mila euro e si avvia ormai alla sua fase d’ultimazione. E’ stato messo ordine in quel caos di diramazioni di strade e di abitazioni senza numero civico e di vie senza le opportune denominazioni. Ci saranno i numeri pari sulla destra ed i dispari sulla sinistra per dare un ordine logico nella numerazione. Un progetto parsimonioso e doveroso a cui l’intera Amministrazione Comunale ci tiene particolarmente».

Luigi Balestriere

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex