CRONACA

BARANO Ecco le agevolazioni per la fornitura dei libri di testo

La Giunta Regionale della Campania ha stabilito i criteri di riparto del fondo statale per la fornitura dei libri di testo per l’anno scolastico 2018/2019

Con la delibera numero 425 la Giunta Regionale della Campania ha stabilito i criteri di riparto del fondo statale per la fornitura dei libri di testo per l’anno scolastico 2018/2019. Il riparto è stato effettuato sulla base dell’indice di degrado socio-economico di ciascun Comune e del numero di alunni appartenenti a famiglie in condizioni di disagio economico. I Comuni sono, pertanto, incaricati di dare concreta attuazione all’intervento, individuando la tipologia e la gradazione dei benefici, in relazione alla classe frequentata ed alle fasce di reddito da destinare agli alunni frequentanti le scuole del proprio territorio, qualunque ne sia la residenza. Potranno accedere al beneficio i soggetti che rappresentano il minore, qualunque sia la composizione del loro nucleo familiare, rientranti nelle due fasce Isee stabilite.

La prima fascia comprende tutte quelle famiglie che hanno dichiarato un reddito che va da 0 euro a 10.633 euro. Nella seconda fascia rientrano invece le famiglie che partono dai 10.633 euro fino ad arrivare ai 13.300 euro. Coloro che intendono usufruire del buono dovranno presentare il modulo di istanza, l’attestazione Isee del 2018 e del 2019 e le dichiarazioni di sostentamento, ma solo per coloro che dichiarano reddito zero. Le istanze dovranno essere presentate nell’ufficio comunale entro il 14 giugno. Le risorse disponibili saranno destinate prioritariamente alla copertura del fabbisogno dei richiedenti con ISEE rientrante nella fascia 1. Qualora residuano risorse dopo la copertura totale del fabbisogno riferito alla fascia 1, le stesse saranno destinate alla copertura del fabbisogno dei richiedenti con ISEE rientrante nella fascia 2. L’istanza sarà presentata presso la scuola frequentata nell’anno scolastico 2018/2019, a prescindere dalla residenza dell’alunno, utilizzando gli appositi moduli reperibili presso la Segreteria scolastica o sul sito istituzionale del Comune, entro i trenta giorni dall’affissione dell’avviso all’Albo Pretorio comunale (l 4.06.2019). L’Istituto scolastico farà pervenire all’Ufficio Pubblica Istruzione del Comune, irrevocabilmente entro 10 giorni dalla scadenza, gli elenchi degli istanti, divisi per classi di frequenza, corredati dalle relative domande, su cui sarà cura della Scuola apporre la relativa data di presentazione. L’Amministrazione provvederà ad effettuare successivi controlli previsti dalla normativa vigente, relativi a quanto dichiarato in sede dell’autocertificazione, disponendo, nei casi accertati di falsa dichiarazione,la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button