ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Barano, Gaudioso già guarda al 2019: «Sarà l’anno della svolta»

BARANO –  Occhi proiettati verso il futuro, senza mai dimenticare gli insegnamenti del passato, con tanti progetti per un comune che custodisce alcuni delle attrazioni più amate dai turisti che scelgono per le proprie vacanze l’isola d’Ischia. Dalla bellissima spiaggia dei Maronti, alla Sorgente di Nitrodi, dalle passeggiate alla scoperta dei vigneti che si inerpicano sulle colline, alle tradizioni che affondano radici lontano nel tempo. Il sindaco Dionigi Gaudioso, eletto l’11 giugno del 2017 primo cittadino del comune di Barano, a distanza di un anno e mezzo dalla proclamazione, sembra essersi adattato bene all’importante ruolo di responsabilità. La fascia tricolore è portata con disinvoltura, al pari dei sindaci che hanno preceduto il neoeletto. Troppo presto fare paragoni e analisi di raffronto con Giosi Gaudioso, padre dell’attuale sindaco di Barano che per lungo tempo ha tenuto le redini del comune collinare.

 

Siamo ormai agli sgoccioli dell’anno ed è tempo di bilanci. Quali sono, a suo avviso, le migliori azioni intraprese dalla sua amministrazione?

«Indubbiamente non posso nascondere la mia felicità per aver finalmente intrapreso i lavori per la metanizzazione del territorio. Fino a poco tempo fa sembrava quasi impossibile che i lavori potessero iniziare a causa dei mille problemi che si sono succeduti. Oggi invece siamo partiti e procediamo spediti. I lavori, ce ne rendiamo conto, stanno portando diversi disagi ai cittadini, ma sono sicuro che i vantaggi saranno apprezzati da tutti. Alla lunga, questi lavori porteranno dei benefici oggettivi. Oltre alla metanizzazione siamo soddisfatti anche del finanziamento ottenuto per la sistemazione delle nostre strade. Abbiamo a disposizione 1 milione di euro che utilizzeremo al meglio per rendere più moderne e sicure le nostre strade».

 

Anche l’amministrazione ha intrapreso un viaggio diretto verso l’ammodernamento.

«Esattamente. A seguito del concorso abbiamo assunto il primo impiegato per l’ufficio tributi a tempo indeterminato. Sono previste poi altre assunzioni per l’anno prossimo. 5 vigili part time e due assunzioni di categoria D per l’ufficio tecnico. Abbiamo poi provveduto, finalmente dopo anni, a stabilizzare 13 lavoratori della Barano Multiservizi che lavoravano a tempo determinato».

 

Passiamo alle note dolenti: ad oggi le tre fontanelle da dove sgorgava l’acqua di Buceto risultano ancora sigillate, la cittadinanza si lamenta di questa situazione, come agirà il comune per far tornare a far fluire l’acqua dalle storiche sorgenti?

«Per la fonte e le fontane di Buceto è necessario effettuare una serie di interventi fondamentali per garantire la salubrità delle acque. Intanto ho provveduto a far analizzare l’acqua che sgorga dalle case dell’acqua, dotata di filtri che ne garantiscono la qualità e la salubrità. Le analisi confermano che quell’acqua è perfetta e invito tutti i cittadini a farne scorta. Ricordo che la stiamo erogando gratis, proprio per accontentare chi è abituato a rifornirsi d’acqua dalle storiche fontanelle. Naturalmente nel prossimo futuro puntiamo a ripristinare la tradizionale erogazione».

 

La spiaggia dei Maronti – come ogni anno – è stata fonte di polemiche. La diatriba è sempre la stessa: la bassa qualità delle acque che bagnano la baia. Come si sta muovendo l’amministrazione per garantire sicurezza e pulizia?

«Ci sono state delle indagini. Non hanno portato all’evidenza di alcun problema particolare. Abbiamo avuto una pubblicità negativa su Olmitello, ma è importante sottolineare che Legambiente ha effettuato i prelievi delle acque in zone stagnanti, che non avevano ricambio forse da settimane. Naturale che le acque siano risultate non in linea con gli standard di sicurezza».

 

A 16 mesi di distanza dalla sua proclamazione come valuta i rapporti con la minoranza?
«Non ci sono particolari problemi. L’opposizione deve fare la sua parte e noi la nostra. Vado avanti senza badare troppo alle critiche. Al momento opportuno poi si guarderà cosa si è fatto e si trarranno le giuste conclusioni».

 

Il 2019 è ormai alle porte. Ci può anticipare qualche progetto che ha in mente per il comune di Barano?
«I progetti sono tanti. Sono in attesa di notizie positive che sono sicuro faranno felici la cittadinanza e che ci proietteranno verso il futuro. Ma preferisco non anticipare ancora nulla prima di avere certezze. Spero che il tempo e la pazienza mi diano ragione e di poter presentare, a tempo debito, tutto quanto vogliamo realizzare».

 

Antonello De ROsa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close