ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Barano, l’affondo di Clotilde: «Dal sindaco solo menate di confetti per i suoi»

BARANO. Scoppia la polemica nel Comune di Barano sulla nomina del Nucleo di Valutazione. La recente nomina di alcuni candidati molto vicini al sindaco Dionigi Gaudioso e che entreranno a far parte del suddetto organismo, non poteva non scatenare alcune accese critiche sia da parte di diversi cittadini che dell’opposizione. Come si ricorderà, infatti, lo scorso mese, l’amministrazione collinare aveva emanato un avviso pubblico per la raccolta di candidature per la nomina del nucleo indipendente di valutazione, organismo questo, preposto in seno alle amministrazioni pubbliche a monitorare e rilevare il livello di benessere organizzativo del sistema di valutazione all’interno della macchina amministrativa, della trasparenza e dell’integrità dei controlli interni. Ai colloqui in questione era stata ammessa una rosa di dodici candidati tra i quali spiccavano nomi di personaggi già conosciuti nel panorama politico e amministrativo dell’isola, quali Pasqualino Migliaccio ex Consigliere comunale di Ischia, l’ingegnere Michele Maria Baldino, a suo tempo dirigente del settore tecnico del Comune di Barano, ed Antonio Bernasconi,ex dirigente del settore finanziario del Comune di Ischia.  Nella rosa dei candidati,  però anche l’avvocato Giulia Mattera che lo scorso anno, in occasione delle elezioni amministrative in quel di Barano si era presentata come candidata a sostegno della lista Democrazia e Progresso presentata da Dionigi Gaudioso e che tuttavia non era riuscita ad entrare a far parte dei civico consesso avendo ottenuto soltanto 334 voti.  Ed è stata proprio quest’ ultima, guarda caso, ad essere nominata, alcuni giorni fa, dall’amministrazione baranese, come componente del neonato Nucleo di valutazione, insieme agli altri due cittadini che pure si erano presenti al colloquio, Pietro del Monte ed Ivano Buono.

Una presunta menata di confetti, insomma,  da parte del primo cittadino Gaudioso a favore di una degli ex candidati consiglieri nella sua lista e che ha fatto storcere in  queste ore, il naso a molti,  facendo finire l’amministrazione baranese nel vortice delle polemiche, accusato ancora una volta di  aver proceduto ad assegnare degli incarichi, non solo in maniera quasi clientelare,  ma anche non poi così utili ai fini del benessere della comunità di Barano.  L’ultimo esempio calzante in ordine di tempo, la nomina dell’ex sindaco Paolino Buono a presidente del Consiglio Comunale e che ancor oggi fa molto discutere negativamente. Sulla vicenda del Nucleo di Valutazione, nelle scorse ore, è intervenuta anche l’opposizione ed in particolar modo Clotilde Di Meglio. L’ex candidata sindaco ed oggi consigliere di minoranza insieme a Maria Grazia Di Scala, Mario Di Meglio e Aniello Di Meglio, ha difatti commentato aspramente l’operato di Dionigi Gaudioso. «Ancora una volta – ha commentato il consigliere – a Barano si continua con la politica dei  confetti per tutti, o per meglio dire, per gli ex candidati e sostenitori della lista di Dionigi Gaudioso. Di questo passo tra quattro anni dovranno fare a botte per avere un posto in lista. Poi talenti e competenze sono un’altra cosa».

Ma la critica si sposta poi anche sull’opera della Giunta amministrativa che in questi mesi sembra essere stata decisamente poco attiva. Gran parte degli atti deliberati recentemente dagli assessori baranesi e dal sindaco, infatti, riguardano per lo più la costituzione in giudizio per le tante cause civili che pendono sull’ente comunale ed intentate da diversi cittadini di Barano. «La Giunta – ha difatti incalzato Clotilde Di Meglio – ormai si riunisce soltanto per dare incarichi a destra e a manca agli avvocati». « Nel frattempo – conclude il consigliere – il paese però muore  nelle sue acque stagnanti».

Sara Mattera

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex