SPORT

Barano, Mennella: «Ci godiamo un po’ di pausa poi si vedrà»

L’allenatore in seconda fa il punto della situazione in merito al campionato: «Per quanto riguarda i play out aggiuntivi, per me sono stati una cosa impensabile. Complimenti al Real Forio».

Una stagione come detto più volte che si è conclusa forse nel peggiore dei modi con una retrocessione che forse non ci si aspettava e che pertanto fa ancora più male.

Un Barano costretto a fare un passo in dietro per una serie di situazioni che sicuramente hanno condizionato non poco il cammino già complicato della squadra di patron Gaudioso.

Un inizio di stagione complicato che ha visto a squadra perdere come ben sappiamo pedine importanti ma che non si è data mai per vinta ed ha continuato a darsi da fare cercando di affrontare domenica dopo domenica il campionato nel migliore dei modi, uscendo dal campo sempre a testa alta e soprattutto con la maglia sudata. Una maglia sudata per gli interi novanta minuti e che in tante circostanze è stata forse solo un po’ troppo sfortunata.

Di questo e altro ne abbiamo parlato con l’allenatore in seconda Ciro Mennella: «E’ andata come è andata, purtroppo, è stata una bella botta. Non so in tutta sincerità se si poteva fare di più o meglio, sicuramente le situazioni o la sorte non è stata dalla nostra parte. Troppe vicissitudini che non ci hanno aiutati».

Volendo analizzare l’intero campionato, concorda con i verdetti finali?     

Annuncio

«E’ stato un campionato molto intenso con squadre che hanno cercato di dare il meglio di se per giungere all’obiettivo che ognuna si era prefissata. Per quello che riguarda le aspettative del campionato stesso credo che erano quelle le squadre che erano preposte alla vittoria finale e sono arrivate lì dove dovevano. Da un lato mi è dispiaciuto per la Frattese perché è quella che ha corso di più e si è data da fare tutto l’anno. Giungere alla fine e non riuscire a fare il salto dopo una stagione vissuta in salita è dura da accettare anche se non dimentichiamo che così come i play out anche i play off sono partite a se, gare dall’unico risultato dove è difficile innanzitutto arrivarci e poi riuscirle a disputare a mente fredda.     Dal canto suo il Giugliano ha dato dimostrazione di forza ed è riuscita lì dove ha mancato la Frattese, ripeto in partire del genere i vantaggi si azzerano, quella che va avanti a mio parere è la squadra più organizzata, quella che ci arriva alla gara più preparata e sicuramente tra le due forse ci è arrivata meglio il Giugliano, anche perché non dimentichiamo che anche in questo caso sono anni che si lavora per giungere a tale risultato quindi ala fine secondo il mio modesto parere è stata una vittoria meritata, un giusto finale. Forse mi aspettavo qualcosa i più dall’Afragolese, ma credo che darà non poco filo da torcere a chi ci sarà la prossima stagione, visto che a quanto apre ci si sta già organizzando in terra ferma». 

Cosa ci dice del play out aggiuntivo?

«L’ho trovato una cosa molto ingiusta e fuori da ogni logica. Ci si dimentica che si gioca in una categoria dilettantistica e che non siamo dei professionisti. Per me è stata una cosa impensabile, assurda che una squadra dopo aver già affrontato dei play out come ad esempio la Puteolana con noi e/o dopo essersi salvata sul campo o meglio meritatamente come il Forio debba dopo 48 gironi tornare in campo e rimettere  tutto in gioco. E’ qualcosa che è fuori da ogni logica ripeto. Mi è risultata una cosa molto strana. Comunque merito al Real Forio che è riuscita in questa impresa e che si è salvata nuovamente. Certo il fatto di giocarsela in casa e poter godere sul suo tifo e sulla sua gente indubbiamente ha fatto la differenza, gli ha dato quello sprint in più, ma comunque ha ampiamente meritato il risultato finale e la vittoria».

Ci sarebbe a quanto pare la volontà da parte della società del Barano di richiedere un eventuale ripescaggio… 

«Credo che sicuramente la società proverà ad ottenere un ripescaggio anche se a mio parere c’è da capire ancora molto su quello che accadrà pechè se si sono disputati dei play out aggiuntivi proprio per un eccesso di squadre, non vedo poi come si potrà accedere ad un ripescaggio. Se fosse possibile credo che la società ne faccia domanda, ma non posso dire nulla di più certo visto che non ho avuto modo di incontrarmi con nessuno da quando si è concluso il campionato».

Si vocifera che mister Billone Monti, a seguito dei buoni rapporti con Kiko Arcamone, possa riuscire a strappare al Barano il suo capitano…

«Partiamo dal fatto che almeno fino a fine giugno come tutti anche Kiko è un tesserato del Barano, poi si vedrà. Per quanto concerne Billone, direi che sta allestendo una squadra partendo da zero quindi è anche giusto che chieda e/o chiami i giocatori dell’isola che più rispecchiano le caratteristiche che lui desidera e che facciano quindi al suo caso e a quello dell’Ischia. Kiko, dal canto suo ha disputato un ottimo campionato col Barano e se lo chiamano e/o lo cercano non può essere che un bene per noi e per lui, significa che ha fatto e che nonostante tutto abbiamo fatto bene e che qualcosa di buono l’ha meritato».

Si mormora anche di un ritorno di Mario Sogliuzzo in Campania e chissà forse proprio alla sua Ischia…

«Il ritorno a Ischia e con l’Ischia credo dipenda dallaprogettazione del club che non conosco. Diciamo però che Sogliuzzo è per il campionato di Eccellenza, il top; per quello di Promozione un top player. L’ Ischia comunque mi è apparsa molto ben organizzata e sta facendo tutti i passi giusti quindi sicuramente c’è alla base un progetto importante. Speriamo tutti che possa veramente tornare a calcare altre categorie».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close