CRONACAPRIMO PIANO

Barano, nonostante il GF continua l’abbandono di rifiuti

Sono passate diverse settimane dall’esordio della videosorveglianza nel comune di Barano, eppure uno zoccolo duro di depositi di rifiuti fuori orario resiste più che mai

Un divano, un vecchio triciclo e un’immensità di buste di plastica. A formare la composizione di degrado nel comune di Barano non manca proprio nulla. E non si tratta di un fenomeno isolato, ma ben diffuso e radicato. Le immagini che corredano questo articolo sono state raccolte in una sola mattinata, a testimonianza del fatto che l’abbandono selvaggio dei rifiuti a Barano è un problema ben radicato, difficile da combattere nonostante la buona volontà dell’amministrazione che tra sanzioni e videosorveglianza sembra voler usare il pugno duro contro chi non cura adeguatamente il proprio territorio, lasciandolo alla mercè della bruttezza.

cof

L’immondizia più varia è disseminata un po’ dappertutto, lungo il ciglio della strada, a pochi metri dai campi coltivati, disposta in maniera confusionaria, a creare un mosaico di degrado che stona nettamente con gli ampi scorci di natura che solo il comune di Barano sa offrire. Il più delle volte le buste di immondizia sono ben nascoste, dietro le autovetture in sosta a addirittura nelle vegetazione. Altre sono in vista, fin troppo. Le piramidi di rifiuti sono impossibili da non notare, svettano verso l’alto, come dei piccoli monumenti al degrado.

Un pessimo biglietto di benvenuto per i turisti, non pochi, che cominciano a inerpicarsi sulle colline di Barano, alla ricerca degli ultimi scorci incontaminati, dove i colori della vegetazione si fondono con l’azzurro del mare e ad ogni passo si aprono allo sguardo i panorami collinari della nostra isola, con vecchie abitazioni, vigneti e macchia mediterranea in ogni dove, una vera manna per chi sull’isola sta trovando temperature miti e vorrebbe solo giovare della bellezza di un’isola che si immagina incontaminata e che invece tra immondizia sparsa ovunque, traffico impazzito non rende onore a un territorio che dovrebbe fare dell’ospitalità la propria vocazione. Invece, lungo il tragitto dei sentieri battuti dagli esploratori del bello più volenterosi, tra giunchiglie in fiore e mimose, ogni tanto sbuca il sacchetto selvaggio, abbandonato lì per inciviltà, fretta o imperizia. In zona terrarossa, lì dove uno dei furgoncini della nettezza urbana sosta per almeno un’ora per consentire ai residenti di gettare la propria immondizia, si trova un po’ di tutto: non solo sacchetti dell’immondizia, ma vecchi tricicli e persino un divano verde. Nelle altre aree di sosta dei porter della nettezza urbana la situazione è sempre la stessa, fin da quando il comune di Barano pensò di convertirsi alla raccolta differenziata, un piccolo cumulo di immondizia depositato fuori orario all’ingresso per lo Schiappone, c’è sempre e nell’entroterra la situazione non cambia. Tanti sono i sacchetti dei rifiuti a rovinare il percorso.

cof

I residenti della zona, ormai esasperati chiedono a gran voce che vengano attuate quelle operazioni di vigilanza che possano spezzare una volta per tutte un’abitudine che copre di vergogna, soprattutto agli occhi dei numerosi turisti, il comune collinare. Le tanto decantate telecamere potrebbero tornare utili per identificare i seriali trasgressori, che non sono pochi. Uno zoccolo duro di residenti non è mai riuscito ad abituarsi agli orari di conferimento e complici gli impegni impellenti della giornata, tendono a lasciare il sacchetto dell’immondizia anche diverse decine di minuti prima che arrivi l’operatore ecologico per raccogliere i sacchetti. Qualcuno esagera e getta i rifiuti anche il giorno prima, contribuendo a creare cumuli di immondizia decisamente anti estetici e anti igienici.
Il sistema di videosorveglianza è partito lunedì 21 gennaio. “Si tratta di uno strumento che ci aiuterà a reprimere il fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti sul territorio comunale – fanno sapere dal Comune”: A Barano la raccolta il conferimento dei rifiuti è consentito esclusivamente negli orari e nei punti di stazionamento degli automezzi e va fatto direttamente all’Operatore. Non è assolutamente concesso abbandonare il sacchetto a terra. Rispettare scrupolosamente le modalità della raccolta differenziata servirà a mantenere pulito l’ambiente ed eviterà agli Utenti di incorrere in sanzioni.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close