ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Barano, Paolino fa il Capo Stazione: «I trenini subito qui!»

 

di Luigi Balestriere

BARANO. Signori, in carrozza! Destinazione Tribunale. Sarà questa la prossima fermata dei famigerati trenini di Barano. E’ ormai guerra tra il Comune e la Cooperativa Tasso di Sorrento. La lite in prima classe è cominciata l’anno scorso quando i due Tschu Tschu sarebbero dovuti tornare sui binari isolani, ma non sono mai arrivati perché trattenuti dalla società sorrentina per presunti e apparentemente fantasiosi inadempimenti dell’Ente di Via Corrado Buono. Da dieci mesi sono lo spettacolo viaggiante dei turisti per le vie della Costiera, ma il Sindaco Paolino Buono ha imposto la linea dura e punta a dirottarli sul binario morto dell’ultima stazione. Nelle mani dell’avvocato Ciriaco Rossetti la strategia per riportare ad alta velocità motrici e carrozze a Barano. Seppur la giustizia italiana non viaggia in “Frecciarossa”, dal palazzo municipale si dicono fiduciosi per una rapida soluzione del caso.

«Abbiamo avviato tutte le iniziative legali per riportare il più presto possibile i nostri trenini a Barano – sottolinea un adirato Paolino Buono – sono trattenuti indebitamente dalla Cooperativa Tasso che è venuta meno all’obbligo di restituzione del 31 dicembre 2015. E’ nostra intenzione denunciare penalmente la società che trattiene abusivamente i nostri due mezzi, che versano in buone condizioni. Abbiamo anche fretta di riceverli perché saranno utilizzati sull’isola per finalità turistiche», praticamente l’ultima occasione per utilizzarli.

Ads

Come si ricorderà, i due mezzi della ditta veneta Dotto Trains (acquistati nel 2004 con fondi Dupim per 400mila euro) furono dati in fitto a marzo 2014 dal Comune di Barano alla Cooperativa Tasso per un canone annuo di 12mila euro. Sulla storia, però, aleggiano le nebbie di un servizio turistico di autobus con la società di Sorrento (particolarmente interessata) che coinvolgesse gli altri Comuni isolani, poi naufragato.

Ads

Per ora, però, i due trenini fermano a Sorrento. Almeno fino a quando il Tribunale non cambierà l’itinerario e la tabella di marcia.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex