Statistiche
CRONACA

Barano, via libera al progetto per la riforestazione urbana

La giunta ha approvato l’elaborato da candidare al finanziamento da circa 500mila euro messo in palio dal Ministero dell’Ambiente. Semaforo verde anche al progetto esecutivo, già ammesso a finanziamento, per il recupero della sentieristica

La giunta municipale guidata dal sindaco Gaudioso ha confermato con apposita delibera l’intenzione di aderire al programma di riforestazione urbana. Parliamo dell’avviso pubblico emanato dal Ministero dell’Ambiente che col decreto ministeriale del 9 ottobre 2020 che aveva varato il “programma sperimentale per la riforestazione urbana” per la messa a dimora di alberi, compresi gli impianti arborei da legno di ciclo medio e lungo, il reimpianto e la selvicoltura ovvero la creazione di foreste urbane e periurbane, nonché la manutenzione successiva all’impianto. Nell’ambito di tale avviso, è stato indetto il relativo programma di progettazione che mette a disposizione per l’anno in corso 18 milioni di euro per le Città metropolitane. Entro il prossimo 20 luglio 2021 le Città possono presentare le proprie proposte fino a un massimo di cinque progetti, e per la successiva manutenzione delle foreste stesse. Ogni proposta dovrà comportare costi in ogni caso non superiori ai 500mila euro. Per candidarsi a ottenere tali fondi, il Comune ha approvato il progetto definitivo denominato “riforesTIAMO Ischia”, redatto dal gruppo di progettazione a composizione multidisciplinare individuato a tale scopo. È stato contestualmente approvato il relativo quadro economico, per un importo totale di circa 493mila euro.

Intanto, l’esecutivo baranese ha anche approvato il progetto esecutivo predisposto dal progettista ingegner Crescenzo Ungaro denominato “Messa in sicurezza e manutenzione della sentieristica per il miglioramento delle condizioni di fruibilità del territorio nel Comune di Barano d’Ischia”, volto al recupero degli itinerari sentieristici comunali. Il progetto è già stato ammesso a finanziamento con decreto del Ministero dell’Economica de l23 febbraio scorso. Il dipartimento per gli affari interni dello stesso ministero ha stabilità che, per gli enti ancora non dotati del Piano urbanistico attuativo e del Piano di eliminazione delle barriere architettoniche, il contributo è decurtato del 5%. Di conseguenza la giunta ha approvato un quadro economico leggermente differente da quello delineato nello studio di fattibilità originario, proprio per tener conto della citata decurtazione. Il totale dell’importo è di circa 820mila euro, e l’ingegner Ungaro è stato confermato quale responsabile unico del procedimento, per un progetto volto a predisporre degli interventi di manutenzione e messa in sicurezza per recuperare, proteggere, conservare e rigenerare l’ambiente e il paesaggio baranese e, in particolare, gli itinerari sentieristici, anche allo scopo di arricchire l’offerta turistica del territorio.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x