ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Baratti tra yoga e hang nell’orto del Castello Aragonese

di Isabella Puca

foto Enzo Rando

Ischia – Scambiare lezioni di yoga, musica, pane fatto in casa, fichi freschi e cestini di verdure degli orti dell’isola. È stata questa l’idea del gruppo “Borsa verde 3.0” che la scorsa settimana ha praticato yoga in alcuni degli angoli più suggestivi dell’isola d’Ischia. Prima ai giardini Ravino di Forio grazie alla disponibilità di Luca d’Ambra e famiglia e poi al Castello Aragonese grazie all’amicizia di Cristina Mattera. Dopo aver pubblicato l’annuncio sul gruppo Facebook – se siete interessati a prendere parte ai prossimi eventi, iscrivetevi con un click  – si sono dati appuntamento al tramonto, giovedì scorso, ciascuno munito di un prodotto da scambiare e di un tappetino dove poter fare yoga. Maestro d’eccezione è stato Enrico De Luca che, in occasione della chiusura del suo Adventure Teacher Training tra Yoga e Natura (www.zoeanimalyoga.com) organizzato con allieve provenienti qui sull’Isola da ogni parte del mondo, ha offerto la possibilità di poter fare  delle lezioni aperte al pubblico di Vinyasa Yoga Flow accompagnate dalle vibrazioni musicali dell’Hang del bravissimo Ubjk Daniele. L’orto del Castello al tramonto è sembrata una location ideale per la pratica di questa disciplina che sembra richiedere silenzio e una particolare armonia a contatto con la natura. Chiuso di solito al pubblico è uno degli orti più antichi dell’isola; era il dicembre del 1980 quando un fortissimo vento di Ponente andò ad abbattere uno dei muri del Convento delle Clarisse che all’epoca cingeva quello che un tempo era sicuramente un orto. Quello stesso spazio fu poi rivitalizzato dalla famiglia Mattera che ne ha bonificato i terreni e le antiche colture. È l’architetto Nicola Mattera a raccontarne la storia dell’orto nel libro, di recente pubblicazione, “Mille orti in mezzo al mare” firmato dal giornalista Ciro Cenatiempo ed edito da “Ad est dell’equatore”. «Respirare. Il corpo deve essere percepito come qualcosa di non rigido. Pensate di essere acqua, la stessa che circonda il castello». Sono questi i consigli impartiti dal maestro Enrico nei primi minuti di pratica dove si inizia a capire che sono la musica, il movimento e la respirazione a essere importanti per la buona riuscita di questa particolare seduta di yoga flow.

Questo slideshow richiede JavaScript.

«Lasciate i pensieri fuori dal castello, godete di questa esperienza fantastica» è ancora questo l’invito del maestro  mentre la musica particolare dell’Hang lascia spazio alla concentrazione; solo coì si riesce ad ascoltare solo le vibrazioni del vento sulle foglie degli alberi. Si parte da una posizione comoda da seduti per poi immergere le proprie mani nell’erba ed essere così un tutt’uno con la natura. «Esploratevi con curiosità, assaporate la bellezza  di essere qui e altrove, di essere parte di tutto ciò che ci circonda, sempre». Dopo la lezione di circa un’ora i volti dei partecipanti sono tutti più rilassati e, all’imbrunire è tempo di assaggiare insieme del pane alla curcuma e uno splendido dolce preparato da uno di loro. Quelli della Borsa Verde promettono che presto ci saranno altri appuntamenti, ma questa volta con un nuovo amico, l’australiano Jeff, un maestro di power yoga, ora in vacanza a Ischia, che ha scoperto la Borsa verde guardando in tv il servizio di RAI 3 dal divano di casa sua a Sidney.  Da parte sua c’è infatti la voglia di scambiare lezioni di power yoga e presto verranno comunicate le date di quello che sarà un altro incredibile evento. Già individuate, molto probabilmente, le location che saranno la fantastica tenuta biologica del Cannavale e da Jantò dalle sorelle Castagna, dove c’è la prima sauna naturale con vasca all’interno.  Sono in tanti ormai, anche qui a Ischia, ad essersi avvicinati a questa disciplina e in tanti ne erano, infatti, anche lo scorso 21 giugno per la giornata mondiale dello yoga che ha visto diversi appuntamenti all’alba e al tramonto, in spiaggia e sul piazzale del Soccorso, esperienze, tutte da mozzare il fiato.

 

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close