Statistiche
POLITICAPRIMO PIANO

«Basta scemenze, a Ischia lavoro eccellente»: da De Luca “schiaffo” a Del Deo

Il governatore della Campania replica seccamente alle accuse rivolte dal sindaco di Forio sulla gestione da parte di D’Amore e dell’Asl nella vicenda Villa Mercede: «Purtroppo non manca mai chi ha tempo da perdere, ma noi abbiamo altro a cui pensare»

Se l’obiettivo era quello di far saltare in banco, allora si può (anzi si deve) parlare senza mezzi termini di missione fallita. La conferenza stampa convocata in fretta e furia da Francesco Del Deo presso la sala conferenze dei Marinai d’Italia a Forio aveva visto il primo cittadino del Comune del Torrione sparare a zero contro il direttore generale della ASL Napoli 2 Nord, Antonio D’Amore, ma anche il responsabile Covid Ciro Di Gennaro. Un monologo lunghissimo, quello di Del Deo, un vero e proprio atto d’accusa, nel corso del quale l’esponente politico era arrivato anche a dichiarare che a suo dire chi gestisce la sanità sulla nostra isola in questo particolare momento “deve essere cacciato a calci nel sedere”. E poi l’appello al governatore Vincenzo De Luca: “Appena finirà questa conferenza mi recherò in municipio e contatterò la segreteria del presidente. E’ un uomo deciso e saggio, sono certo che ascolterà le mie istanze”. Per la serie, sono certo che ci libererà di D’Amore e compagnia.

Non sappiamo se Francesco Del Deo abbia poi realmente contattato o meno lo staff Di De Luca, né tantomeno gli abbia mandato una comunicazione scritta. Ma una cosa possiamo affermarla con certezza scientifica: lo “sceriffo” salernitano è venuto a conoscenza della sfuriata del sindaco di Forio attraverso gli organi di informazione e la risposta che ha fornito ieri nel corso della sua diretta facebook nella quale aggiornava i cittadini campani sulle ultime novità in tema di coronavirus (ma anche di data possibile per le elezioni regionali) non lascia assolutamente spazio su quale posizione abbia preso De Luca su questa polemica scaturita in seguito al focolaio scoppiato a Villa Mercede negli ultimi giorni. Il presidente della giunta regionale campana è stato tanto categorico quanto telegrafico ed esaustivo: “Abbiamo avuto in questi giorni alcune preoccupazioni – esordisce – sapete che in Campania abbiamo avuto alcune zone rosse, quando abbiamo individuato dei focolai o quando abbiamo dovuto fare un’azione preventiva per evitare che gli stessi sorgessero. Abbiamo avuto situazioni delicate in alcuni Comuni importanti: Pagani e Scafati nel salernitano, Torre del Greco, Pozzuoli e realtà importanti dell’area nord di Napoli come Afragola e Casoria”.

Poi va dritto al punto: “Ad Ischia abbiamo registrato in queste ore un problema legato ad una casa di riposo per anziani – ha detto De Luca – il problema è stato gestito in maniera eccellente dall’Asl Napoli 2. La signora ospitata in questa residenza è stata sottoposta a un tampone prima di arrivare che ha dato esito negativo. Gliene è stato fatto un altro quattro giorni dopo e il risultato è stato invece positivo. Gli individui parimenti risultati positivi sono stati isolati, il problema è stato gestito in maniera assolutamente corretta e seria”. E attenzione perché poi arriva anche lo “schiaffo” di De Luca, e non ci sono proprio dubbi su chi sia il destinatario della sua ramanzina: “Dico queste cose perché non manca mai chi deve fare speculazioni e sciacallaggio”. E poi, se possibile, rincara ancor di più la dose: “Ovviamente – spiega rivolgendosi a chi seguiva la diretta – in questo tipo di informazioni io vi tralascio sempre tutte le scemenze, lasciamo perdere. Noi dobbiamo arrivare al risultato, non manca mai chi ha tempo da perdere e vuole farci perdere tempo: ma non perderemo un solo minuto appresso alle scemenze. Abbiamo anche pensato di mettere in quarantena alcuni Comuni con 60-70 mila o anche 100mila abitanti ma il lavoro di controllo di chi è deputato a questo accompagnato dalla mappatura dei contatti ha evitato questa drammatica eventualità”.

Usa due termini, De Luca, e sono “eccellente” e “corretta”. Due parole che significano promozione a pieni voti per l’operato svolto da D’Amore e Di Gennaro, mentre altre espressioni (“scemenze” su tutte) rappresentano uno schiaffo diretto, un vero e proprio gancio destro assestato sul volto di Frrancesco Del Deo. Che in questa battaglia, forse, si aspettava di ottenere il sostegno degli altri sindaci che però non è arrivato, non si è capito se perché l’ex esponente democristiano abbia fatto una repentina fuga in avanti o perché i colleghi non se la siano sentita di perorare una battaglia che magari immaginavano già persa. Ma se ogni guerra vanta vincitori e vinti, beh stavolta non è difficile capire chi ha portato a casa il risultato…

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Maria

Ma davvero sono l’unica a pensare che in questo nuovo focolaio ci siano delle responsabilità?l’ASL ha svolto un ottimo lavoro? Mentre ovunque i positivi calano qui a Ischia aumentano, dopo 50 giorni di chiusura… chiunque venga dalla terraferma deve rimanere 14 giorni in isolamento, anche se il tampone risulta negativo. È la regola e se a Villa Mercede l’avessero rispettata non ci ritroveremmo cosi…se nella struttura ciò non poteva essere attuato bisognava farlo presente…

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex