CRONACA

Belvedere di Casamicciola: il paradosso dell’aiuola bifaccia

Una parte di Casamicciola è ben curata, l’altra in preda al degrado. Il contrasto è tragicomico

Ne avevamo già parlato più di un anno fa facendo notare come uno dei paradossi della presenza di tanti comuni sull’isola possa creare strane anomalie. Come un’aiuola bifaccia il belvedere del Castiglione è curato e pulito solo a metà. Notando la differenza tra il manto ben tenuto e la porzione di aiuola lasciata in abbandono è possibile tracciare il confine tra il comune di Ischia e quello di Casamicciola. Per conoscere con certezza quale sia la linea di confine tra il comune di Ischia e quello di Casamicciola Terme basta recarsi nella piazzola che si trova tra il Castiglione e l’hotel le Querce, quella che offre un belvedere davvero struggente verso il golfo di Napoli.

Il verde che deve essere curato dal comune di Casamicciola risulta essere curato in maniera quasi maniacale. Erba tagliata a filo, fiori alti e rigogliosi e alberi che svettano verso l’alto, in buona salute.

A pochi metri, anzi centimetri, l’aspetto cambia radicalmente: una selva di degrado dove ci sono cumuli di immondizia che nel tempo sono diventati tutt’uno con i rovi e la malerba che cresce senza limiti. Da una parte un giardino ben curato e ordinato,dall’altra una situazione di degrado e abbandono e lo evidenziano anche i Verdi che giunti sul posto hanno nuovamente fatto notare il problema.

E forse questo belvedere offre su un piatto d’argento ai sostenitori del comune unico la possibilità di evidenziare le idiosincrasie e i cortocircuiti, nonchè i paradossi, di un’isola divisa in sei comuni che non sempre riescono a conversare tra loro sugli obiettivi comuni. Questa aiuola bifronte racconta bene come a volte il dialogo sia difficile tra le amministrazioni. Un po’ come un volto maschile dove un lato della faccia è segnato da una barba ispida e crespa, mentre l’altro lato risulta essere ben rasato e fresco di trattamento di bellezza o, per chi ama le similitudini con le graphic novel e i fumetti, un’anomalia che ricorda il personaggio dell’universo narrativo di Gotham City, ovvero “Two Face” il supercriminale tra i più acerrimi nemici di Batman che ha metà del volto sfigurato da orrende cicatrici, mentre l’altra metà risulta essere normale e piacente.

Una sinergia tra gli operai che si occupano del verde pubblico delle due amministrazioni potrebbe sicuramente evitare che stranezze del genere possano essere concesse allo sguardo delle innumerevoli persone che transitano o sostano nella piazzola del belvedere. Un porzione d’isola condivisa tra due comuni che al momento è uno dei più eclatanti simboli di un’isola che non comunica.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button