ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Benedetto Valentino«Ischia non è consapevole del proprio degrado»

Il patron del Premio Ischia Internazionale di giornalismo è intervenuto con un’analisi impietosa della realtà turistica, economia e sociale dell’isola: «Da circa quarant’anni parliamo sempre degli stessi problemi, e proponiamo possibili soluzioni. Il fatto è che sull’isola vi sono professionalità insufficienti. Fra l’altro, ci illudiamo di aver mantenuto la stessa posizione di alcuni decenni fa, mentre in realtà Ischia non è più una località turistica di prestigio, o almeno non lo è più nella misura in cui lo era un tempo. In tema di mobilità l’unica cosa che abbiamo finanziato è la costruzione di parcheggi. Impressionante è il dato sulle licenze di taxi o di noleggio con conducente (Ncc): ben 725 licenze sull’isola, mentre la città di Firenze con 400mila abitanti e un turismo di 4-5 milioni di visitatori ha rilasciato solo 600 licenze. Un altro punto dolente è la tassa per la nettezza urbana imposta agli alberghi: semplicemente insostenibile, mentre poi abbiamo i camion dei rifiuti a Citara. Sull’isola sembra che manchi la consapevolezza del degrado in cui siamo precipitati. Nell’ultimo decennio i fondi strutturali  potenzialmente sfruttabili dall’isola erano ben 220 milioni, ma di questi soltanto 20 sono stati utilizzati: i comuni mancano del personale necessario.  La situazione relativa ai beni culturali non è migliore: quello di Villa Arbusto poteva essere definito “museo” negli anni ’60, ma oggi è solo una serie di locali che fungono da deposito di reperti. Anche gli scavi di Ischia Ponte presso la “città sommersa”, a confronto delle installazioni dell’area archeologica di Cuma, sembrano indietro di decenni. Anche sul tema mobilità, come trasporti pubblici siamo rimasti fermi al 1980. Uno dei temi del giorno è il sorpasso della Spagna sull’Italia come reddito medio, ma l’Italia non ha nemmeno il Ministero del Turismo, il che la dice lunga. In conclusione, voglio ricordare un detto che tuttora mi guida e che l’intero sistema-Ischia dovrebbe tenere costantemente presente: “Ricorda da dove vieni, dove sei ora e dove vuoi andare”».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close