Statistiche
CRONACA

Bernabò Bocca scende in campo a favore delle isole Covid free

Il presidente di Federalberghi Italia parla di «un’occasione sprecata» da parte del Governo e plaude alla proposta di De Luca: «Ischia Covid free farebbe pubblicità a tutta l'Italia»

Anche il presidente nazionale di Fedealbeghi Bernabò Bocca scende in campo a favore della campagna vaccinale per le isole del Golfo di Napoli. «Alberghi Covid-free, mettendo il personale delle strutture ricettive su una corsia preferenziale per i vaccini, e nuove regole per permettere agli italiani vaccinati o tamponati di andare in vacanza già a maggio». Questi i punti da dove ricominciare per far ripatire il turismo per il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca che, in un’intervista a ‘Il Messaggero’, parla anche di Ischia Covid free. Per Bocca la marcia indietro del Governo sul piano vaccinale per le isole è «un’occasione sprecata». «Tutta colpa della querelle tra i governatori delle Regioni con isole e quelli senza. È chiaro che la priorità è quella di vaccinare tutta la popolazione residente nel più breve tempo possibile, ma se è possibile rendere alcune aree a prova di virus in anticipo senza rallentare le vaccinazioni altrove, grazie a campagne parallele, allora perché non farlo? E poi una Capri o Ischia Covid-free farebbe pubblicità a tutta l’Italia e spingerebbe gli americani a tornare da noi. Il turismo Usa quest’anno ha scelto la Grecia, perché offre maggiori garanzie in termini di sicurezza», ha spiegato. Bocca si schiera dalla parte del presidente della Campania Vincenzo De Luca spiegando come «Il presidente De Luca ha dimostrato di pensare sia all’emergenza sanitaria che a quella economica. La sua iniziativa da un lato avrebbe messo in sicurezza la popolazione di territori svantaggiati sotto diversi punti di vista e dall’altro avrebbe posto le basi per una ripartenza sprint del turismo in aree dove 1’80% delle persone lavora nel settore delle vacanze». Bocca chiede al Governo anche delle date per la ripartenza. «Un albergo – ha spiegato – non è un negozio; per poter tornare in funzione ha bisogno di programmazione. Non si riapre un hotel dal giorno alla sera». E poi una stima che non certo piace agli albergatori: «Stimiamo che a luglio e agosto le presenze negli alberghi risulteranno dimezzate rispetto a due estati fa».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x