CRONACA

Blitz ai Maronti, 300 metri di spiaggia occupati abusivamente

L’operazione è stata condotta dai militari della guardia costiera di Ischia, i titolari di tre strutture sono stati denunciati all’autorità giudiziaria: sequestrate le attrezzature utilizzate per l’illecita attività

Nell’ambito dei controlli sul demanio svolti sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Napoli, il personale della Guardia Costiera di Ischia ha effettuato, nelle prime ore di ieri mattina, un’operazione di contrasto all’occupazione abusiva di aree demaniali marittime. È stato accertato infatti che, lungo il litorale dei Maronti, tre strutture occupavano abusivamente dei tratti di spiaggia libera posizionando, senza alcun titolo, lettini e ombrelloni da spiaggia, sottraendo così l’arenile alla libera fruizione da parte della collettività. Oltre al sequestro delle attrezzature, il personale della Guardia Costiera – guidato dal t.v. Andrea Meloni – ha provveduto a deferire all’Autorità Giudiziaria i titolari delle strutture commerciali che operavano abusivamente. L’attività svolta, che si inquadra all’interno dell’operazione Spiagge Libere del Comando Generale, ha consentito di restituire al pubblico uso oltre 300mq di spiaggia. Le verifiche in ambito demaniale proseguono da parte della Guardia Costiera al fine di contrastare i fenomeni di abusiva occupazione che, soprattutto nel periodo di massimo afflusso di turisti, sottraggono tratti di arenile libero al pubblico uso.

Sulla vicenda sono intervenuti anche il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli, e il commissario della sezione isolana Mariarosaria Urraro che in una nota congiunta hanno dichiarato: “La Guardia Costiera di Ischia ha liberato il litorale dei Maronti (Ischia) da tre lidi abusivi. Si tratta di un’operazione che ha permesso di restituire ai cittadino circa 300 metri quadri di costa occupata illecitamente. Siamo soddisfatti di questo blitz e ci complimentiamo vivamente con coloro che hanno portato a termine l’operazione. Noi Verdi, da anni, stiamo denunciando la gestione selvaggia delle spiagge ad opera in alcuni casi di veri e propri delinquenti legati ai clan. Finalmente i primi risultati tangibili stanno arrivando grazie all’intervento delle forze dell’ordine”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close