Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il “bombolaro” ottiene gli arresti domiciliari

Sembrava una missione impossibile, soprattutto considerando il curriculum delinquenziale di uno dei due soggetti coinvolti in un’operazione eseguita lo scorso fine settimana dai carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal cap. Andrea Centrella. E invece l’avv. Antonio De Girolamo è riuscito in una impresa davvero ardua, quella cioè di strappare al carcere di Poggioreale un suo assistito, il 45enne ischitano Vincenzo Mazzella – detto il bombolaro – che era stato arrestato nel pomeriggio di sabato con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti dopo essere stato sorpreso con l’ingente quantitativo di 100 grammi di cocaina che era pronto per essere immesso sul fiorente mercato dei consumatori di casa nostra.

L’interrogatorio di garanzia e la contestuale udienza di convalida si sono svolti proprio all’interno della casa circondariale partenopea, alla presenza del gip Maria Luisa Miranda. Che, ovviamente, ha convalidato l’arresto operato dai militari dell’Arma, ritenuto legittimo ed incontestabile anche perché avvenuto in palese flagranza di reato. Il pubblico ministero aveva chiesto la permanenza dietro le sbarre tanto per il Mazzella quando per il ventottenne Lopez Peroso, ischitano di origine venezuelana, coindagato per il medesimo reato. Le richieste del difensore di fiducia di entrambi, però, sono state accolte e così hanno potuto usufruire della misura meno afflittiva dei domiciliari.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x