Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 2ARCHIVIO 5

Per i  bracconieri foto-trappole… e per i piromani?

Oramai  da diversi  anni,  allo “scoccare” della  primavera  e  al pari degli uccelli migratori,  su quest’isola avviene lo sbarco dei “ vacanzieri  a spese del  contribuente”, sempre e solo alla  fantomatica ricerca di cacciatori, che guarda caso,  per  l’occasione,  non avendo secondo loro null’altro da fare,  vestendosi  da bracconieri con  fucile a tracolla,  se ne vanno in giro per i boschi  fuggendo poi  a gambe levate  dinanzi all’ambientalista di turno.  Per fortuna quest’ anno i cacciatori-bracconieri non si sono prestati a questo demenziale  rituale, convinti che per questo tipo di pagliacciata, non valga la pena  esserci! Però,  i cacciatori, se dicono di non voler “giocare al gatto ed al topo” non è affatto bello tirarli in ballo :  dire che siano i cacciatori quelli che incendiano i boschi oltre che ignominioso  è  illogico, difatti,  vi è una specifica legge che prevede l’impossibilità di cacciare sul bruciato,  e da qui,  non si comprende assolutamente come talune leghe protettrici di “questo,  di quello e di quant’altro”, pretendano con arroganza, prepotenza e altezzosità,  il posticipo, se non addirittura la chiusura della caccia… VERGOGNA!

E  veniamo al dunque:  la rabbia dei  cacciatori,  nonché  la  mia, che li rappresento da tempo immemore, oltre alla consapevolezza di avere a che fare con gente squallida, incompetente ed ambigua,  sta nell’essersi  accorti che da qualche anno,  pur di “acchiappare” qualche bracconiere da usare come trofeo mediatico, vengono disseminate sul  nostro  territorio decine di marchingegni fotografici capaci di scattare foto al solo passaggio dinanzi all’obiettivo! E qui, VERGOGNA ci sta pure meglio.  Verrebbe da gridare: E ADESSO DOVE SIETE, VENITE, VENITE IN  VACANZA AD ISCHIA, ADESSO SI CHE C’E’ BISOGNO  DI  VOI  E  DELLE VOSTRE  “TRAPPOLELLE”.  E già, stai a vedere che adesso un bosco in fiamme vale più di un nostalgico che spara ad una quaglia! Ma figurati! Quando si tratta di acciuffare un bracconiere si scatena il finimondo con tutte le forze dell’ordine…grazie al cielo per le fiamme esistono i Vigili del Fuoco.

Una cosa è certa, accorgersi che c’è gente che si diverte ad incendiare boschi lascia a dir poco l’amaro in bocca, per noi cacciatori, è un dramma che si ripete di continuo,  è come se bruciassero qualcosa che per certi  versi ci appartiene,  la casa in cui viviamo, il nostro mondo! Questa non vuole essere l’ennesima occasione per contestare gente che ci odia,  annualmente  le  Regioni, sentito il Comitato ISPRA (Istituto Superiore Ricerca Ambientale)  emanano  un calendario che regola  i vari “prelievi” , noi cacciatori (dopo il pagamento di  tasse molto esose) “preleviamo”  sulla base  di ciò che   viene  deciso dinanzi  ad un Comitato Faunistico  che si compone anche di soggetti appartenenti  a leghe contrarie a priori all’esercizio della caccia, e quindi noi, a caccia, ci andiamo come la legge vigente consente.  Noi non vogliamo fare la guerra a  nessuno ma,  semplicemente,  esigiamo che nessuno ci prenda in giro con la scusa del … piromane di turno.

Antonio Buono, cacciatore a vita

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x