Statistiche
ARCHIVIO 4

Caccia all’uovo, l’evento del Comitato Genitori domenica in piazzetta

di Isabella Puca

Ischia – Si parte! Avrà luogo domenica 25 marzo la caccia all’uovo promossa dal Comitato Genitori Ischia con la collaborazione di Fantasilandia. L’appuntamento alle ore 16:00 in piazzetta San Girolamo; la caccia all’uovo si svolgerà nella Pineta Nenzi Bozzi e avrà come scopo quello di raccogliere fondi necessari per il finanziamento degli screening preventivi per i disturbi dell’apprendimento e per lo sportello dello psicologo alla scuola media Scotti. La caccia all’uovo è rivolta ai bambini dai 3 ai 14 anni che, divisi in squadre, cercheranno le uova, precedentemente nascoste dallo staff, all’interno della pineta. I premi ci saranno per tutti così come anche il momento dedicato alla merenda. Ogni volta che una squadra si recherà in pineta a caccia delle uova, tutti gli altri bambini giocheranno e balleranno in piazzetta grazie all’animazione di Fantasilandia. L’obiettivo principale è quindi quello di mantenere, all’interno delle scuole, uno sportello psicologico e fornire a tutti gli screening dsa gratuiti. «È il sesto anno che operiamo come comitato genitori – ci racconta Cristina Rontino coordinatrice del comitato– sei anni fa, una mamma si accorse che il suo bambino aveva  disturbi dell’apprendimento,  ma la  diagnosi arrivò tardi e fino alla quarta elementare ebbe difficoltà. Allora conoscemmo il dottore Cannavacciuolo, e ci venne quest’idea: creare un progetto per dare l’opportunità di fare screening gratuiti». Di solito, gli screening sui disturbi dell’apprendimento sono, infatti, a pagamento. SI parla di un costo che va dai 40 agli 80 euro che, oggi, grazie al comitato genitori, viene abbattuto. «Dislessia, disturbi dell’apprendimento e spesso anche lo spettro dell’autismo, si nascondono dietro altre problematiche come i bes  (bisogni educativi specifici ndr) o i dsa  (disturbi specifici dell’apprendimento ndr), tuttavia la diagnosi non è facile.  Accade spesso che, arrivati alle scuole medie senza diagnosi, i ragazzi sono affaticati nello studio e questo comporta anche ripercussioni psicologiche». Da Roma in su, in tutte le scuole, c’è un progetto di questo tipo, ma di solito queste equipe esterne vengono finanziate da comuni, oppure tramite Pon e Pof, cosa che non accade qui a Ischia. I ragazzi vengono sottoposti al test due volte; la prima verso ottobre, la seconda dopo sei mesi. Si tratta di test ministeriali, con prove di matematica e italiano, anche abbastanza lunghe. Se già dal primo test viene individuato il problema, dopo aver parlato con insegnanti e genitori, si ripete il test dopo sei mesi, verso la fine dell’anno e, nel caso, si prosegue con visite foniatriche». Quello della caccia alle uova è uno degli eventi fissi organizzati dal Comitato genitori insieme alla festa di Carnevale che, anche quest’anno, ha visto un’ampia partecipazione.  Svoltasi nella palestra della Scuola media “Scotti” ha visto raccolti ben 1200 euro, cifra che sarà destinata tutta per i progetti sopracitati.  Le iscrizioni per la Caccia all’uovo avverranno stesso domenica, se le condizioni meteo non permetteranno lo svolgersi della manifestazione, l’evento sarà rinviato, molto probabilmente, al martedì successivo la Pasqua. Per informazioni 3339572039

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x