ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Caditoie ostruite, la risposta della ditta Cataldo

CASAMICCIOLA TERME. La risposta, documentata, è infine arrivata. Lo scorso mese di marzo, il sindaco del paese termale aveva denunciato l’insufficiente manutenzione di alcune caditoie adibite alla raccolta delle acque piovane, inviando una nota con l’elenco delle caditoie regolarmente pagate e mai pulite alla ditta preposta alle operazioni, la “Cataldo Costruzioni Ambiente  & Edilizia”.  Quest’ultima ha risposto la scorsa settimana, inviando al primo cittadino una copiosa documentazione, con annesso materiale fotografico, in cui si comunica lo stato delle varie grate di raccolta nelle diverse strade del paese. È così risultato che le caditoie di Via Iasolino e Via Principessa Margherita sono state regolarmente pulite, così come quelle di Corso Vittorio Emanuele e Corso Garibaldi,  ad eccezione di due grate che sono risultate completamente chiuse da gettiti di calcestruzzo. La ditta ha tenuto a precisare che oltre alle strade segnalate nella nota del sindaco, sono state ripulite anche le caditoie di via Salvatore Girardi, in piazza Marina, al parcheggio Anas e in località Gran Sentinella. L’azienda ha anche riferito che una parte delle varie caditoie ripulite non risultano collegate ad alcuna tubazione o conduttura, avendo pertanto solo la funzione di deposito di materiale, ma senza alcuna funzione di raccolta delle acque. La nota del sindaco, inviata l’8 marzo, era originata dalla situazione meteo di quei giorni: dopo un inverno relativamente sereno e poco piovoso, alcuni giorni di intense piogge avevano provocato l’ostruzione delle grate con sassi, fogliame, rami e detriti di ogni genere, rendendo impossibile assolvere alla loro funzione, lasciando che le acque “saltino” le grate arrivando nella zona costiera del paese con l’impeto di un fiume in piena con i prevedibili i rischi e i disagi per pedoni e automobilisti. Il sindaco Castagna si è detto soddisfatto della risposta da parte della ditta Cataldo, rimarcando l’importanza di avere un monitoraggio costante di quei servizi che il Comune non lesina regolari pagamenti.

 

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button