LE OPINIONI

«Caffè Scorretto» «Io vado da solo»

Non bisogna ricorrere per forza all’intervento degli alieni dopo aver letto il comunicato del 3 aprile scorso, in cui i sindaci di Serrara Fontana, Barano, Forio e Ischia hanno annunciato l’acquisto di 5 mila test rapidi SARS-COV-2 IGM/IGG GOLD. Si nota immediatamente l’assenza del sindaco di Casamicciola, Castagna.

Come si legge nel comunicato «I test consentiranno di determinare i risultati in pochi minuti e dunque possono essere considerati un valido supporto per le attività dell’Asl considerato che i tempi di attesa del prelievo del tampone e dell’esito dello stesso, sono, a oggi, non brevi». E ancora «In attesa dell’arrivo dei test rapidi, le amministrazioni comunali stanno stilando un protocollo per stabilire le modalità di somministrazione degli stessi. I Sindaci, sicuri che in questa fase vi sia l’impegno pieno dell’Asl e di tutti i soggetti istituzionali e non, augurano che, in un clima di collaborazione, venga delineato un quadro unitario ed efficace per la gestione di questa fase emergenziale».

A leggere la dichiarazione dei firmatari, si può dedurre la voglia, almeno embrionale ma in linea con le attuali necessità dell’isola, di procedere insieme, lungo un percorso condiviso anche con l’Asl e giungere a un risultato utile, oltre che a una copertura piena del territorio alla ricerca del virus. Si può dedurre però anche un’altra cosa. Ossia che il sindaco di Casamicciola si sia girato dall’altro lato per procedere da solo e crearsi l’occasione di mettere in scena la sua personale visione di contrasto alla diffusione del Covid-19. Sembrerebbe, per dirla in altri termini, che Castagna abbia voluto sottrarsi alla “burocrazia” dei comunicati congiunti che in questo caso parrebbe discendere da un dialogo tra amministrazioni, per trasformarsi in novello Pelé in “Fuga per la vittoria”. Lo ricordate il film di John Huston, del 1981? In una scena, mentre l’allenatore spiegava come si lavora in squadra (il gioco “educativo” è pur sempre un lavoro) e che sarebbe stato più costruttivo non fare gli eroi per segnare a tutti i costi, il calciatore dopo essersi avvicinato alla lavagna e avergli rubato il gessetto, inizia a disegnare una curva sinusoidale mentre col ghigno sornione gli descrive la sua personale strategia, partendo dalla propria metà campo: “Gli dica solo di passarmi il pallone che io poi faccio così, così, così, così e così e faccio gol. Facile!”.

“Questo mi sembra fondamentale – ribatte l’allenatore – continua così e vedrai che mi convincerò anche io che è facile come dici”. Il film, ambientato nel periodo della Seconda guerra mondiale, simile negli effetti a quello che ci vede purtroppo protagonisti in questo clima surreale, è abbastanza significativo. La squadra di calciatori, per affrontare l’incontro programmato contro la Nazionale del Führer, è costretta a sviluppare una capacità che in tempi di libertà limitata è l’unico modo per sorreggerne il peso, le ansie, le incertezze e le paure. La coesione è fondamentale. Quella che non ha mostrato, e i motivi si possono solo immaginare, il sindaco di Casamicciola, contravvenendo anche alla sua iniziale scelta di azione in una direzione comune della quale ha reso partecipe i suoi omologhi in conferenza a distanza qualche giorno prima. Quella di Castagna segna la sua volontà di andare in ordine sparso e le ragioni che la sottendono, oltre il risultato che si prefigge di raggiungere sul suo comune, mostrano quanto le amministrazioni siano ancora indisciplinate nella composizione di un dialogo nel tracciato di una via condivisa e utile per affrontare, già da oggi non domani, eventuali strade e proporre soluzioni in grado di ricomporre il sistema economico dell’isola dopo le bombe lanciate da questa pandemia senza precedenti. Castagna, invece di supervisionare la trincea in seduta permanente, insieme agli altri sindaci, ordina ai suoi di scavarne un’altra disperdendo le forze sul campo di battaglia. Come Pelé, nella misura in cui è convinto di poter fare da solo, disegna una curva distorsiva di frequenza che impedisce la costruzione di un’armonia anche solo potenziale. Un’onda carica di perturbazione che avrà effetti nel tempo. Ed è con questi comportamenti, e con gli effetti che vi sono propri, che si perderanno le occasioni per fare un nuovo Rinascimento per l’isola, e con esso trasformare gli isolani in persone più consapevoli di come non è stato fatto finora.

Pagina Fb Caffè Scorretto di Graziano Petrucci

Ads

Ads

Articoli Correlati

Un commento

  1. Caro dottor Petrucci lei forse aveva sopravvalutato i personaggi di questo film horror questi sono gli stessi dell’ante coronavirus non sapevano fare un cerchio con il bicchiere prima e non lo sanno fare adesso solo che ora pazzeano con la nostra vita è questa è la mia paura da ignorante uomo della strada. Sempre interessanti i suoi articoli grazie e la saluto

Rispondi

Back to top button