SPORT

Calcio a 5: A. Macerone-Virtus Ischia 4-5

La Virtus Ischia riesce nell’impresa, espugna il Palawojtyla di San Sebastiano al Vesuvio superando 5-4 la capolista Atletico Macerone. Tre punti fondamentali che mantengono vive le speranze play-out a 180 minuti dal termine del campionato.
Gli isolani si ritrovano ad affrontare i neo-promossi in C1 senza il pilastro Massimo Eroico assente per squalifica, stessa sorte per Occhicone  e Volonnino tra le file di casa. Questa vittoria dimostra che sul terreno del palazzetto gli isolani non sono inferiori a nessuno, ed il Macerone ne è consapevole, perché fino alla fine ha venduto davvero cara la pelle nonostante la matematica vittoria del campionato.
La prima frazione è una delle più avvicenti disputate finora dai giallo-blu, che impongono il proprio ritmo al Macerone, che punge solo al minuto 8 con Alaia che colpisce il palo dopo aver saltato De Nicola, per il resto è dominio Virtus Ischia che sfiora prima la rete con Fondicelli e Testa prima di infilare la rete del vantaggio con Vuoso che finalizza un ottimo schema da calcio d’angolo. Gli isolani continuano ad alzare i ritmi, sfiorando in un paio di occasio il raddoppio, con il portiere Iovine bravo a salvare su Fondicelli al 17′. La seconda rete, peró, arriva al 23′ quando Manzi serve Del Neso, il capitano fulmina l’estremo difensore ospite con un gran destro e sigla il 2-0. Il Macerone riorganizza le idee, Di Palma comincia ad inventare servendo Sannino che sul finale di prima frazione si divora letteralmente un gol sparando sul palo da zero metri, ma quando siamo agli sgoccioli del primo tempo, ecco il gol che riapre tutto, proprio il pivot Di Palma, trova il varco per Aprile che di piatto batte De Nicola e riapre i giochi. Nella ripresa succede davvero di tutto, con un finale thriller, la capolista entra in campo con uno spirito diverso, ció si nota subito, al 4′ Battaglia coglie un palo, prima della rete del pari che giunge due minuti più tardi, sempre Di Palma ad inventare, stavolta per Alaia che si gira di prima intenzione ed al volo fa 2-2.
L’espulsione di Battaglia per doppio giallo al minuto 8 sembra spostare gli equilibri in favore dei giallo-blu, che peró non concretizzano, così Sannino al primo quarto di gara marca il sorpasso, con gli isolani che protestano per un presunto rigore su Fondicelli (che appare davvero solare) non concesso dal direttore di gara Borrelli, qualche istante prima della rete casalinga. Sembra finita, ma gli isolani sono ancora vivi, prima falliscono due nitide occasioni, poi Vuoso sembra riaprire tutto al 24′ quando batte Iovine per il pari, che, peró, dura appena un minuto perché il Macerone sorpassa di nuovo i giallo-blu con Sannino che regala il 4-3. Nel finale arriva la clamorosa vittoria isolana, Vuoso al 29′ con un diagonale fa tripletta e marca il pari, di seguito si scatena Fondicelli che supera il diretto marcatore e firma il gol-vittoria al 31′ che fa esplodere di gioia la Virtus Ischia. Potrebbe addirittura trovare il 6-4 la compagine di Eroico, ma Fondicelli si fa parare un penalty concesso all’ultimo istante, poco importa perché il fischio finale arriva imponente e regala tre boccate di ossigeno per gli isolani, che volano a quota 17, ad una lunghezza dall’Atletico Chiaiano, uscito sconfitto al Centro Sportivo Barano dalla Futsal Ischia, prossima avversaria dei giallo-blu nel derby di sabato prossimo che appare come una partita di vitale importanza per agguantare i play-out, quando mancano appena 3 partite alla fine della stagione, bisogna continuare a lottare ripartendo da questa prova di forza, per raggiungere l’obbiettivo salvezza che oggi non è più un miraggio.
Atletico Macerone: Iovine, Battaglia, Aprile, Sannino, Alaia, Melise, Ambrosio, Di Dato, Di Palma, Monnola, Penza.
Virtus Ischia: De Nicola, La Franca, Lubrano, Testa, Fermo, Restituto, Del Neso, Manzi, Vuoso, Fondicelli.
Arbitro: Paolo Borrelli
Ammoniti: Battaglia, Sannino (Atletico Macerone) Fondicelli (Virtus Ischia)
Espulsi: Battaglia (Atletico Macerone)
Reti
10′ p.t. Vuoso (0-1)
23′ p.t. Del Neso (0-2)
29′ p.t. Aprile (1-2)
6′ s.t. Alaia (2-2)
15′ s.t. Sannino (3-2)
24′ s.t. Vuoso (3-3)
25′ s.t. Sannino (4-3)
29′ s.t. Vuoso (4-4)
30+1′ s.t. Fondicelli (4-5)

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close