ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Caldo e siccità, si aggrava la situazione nel Sud Italia

Si aggrava la siccità nel Sud Italia e aumenta, a causa dell’effetto combinato dell’afa e dei forti venti, il rischio incendi. Tutt’altro scenario invece al Nord, dove almeno fino a sabato il maltempo ‘la farà da padrone’, con rischio di piogge, rovesci e temporali e in casi estremi anche grandinate con forti raffiche di vento. Tra queste situazioni opposte il Centro Italia farà ‘storia a se’, con una parte interessata dal maltempo e un’altra – quella più meridionale – dove non mancherà il sole. E’ un’Italia divisa in due quella ‘dipinta’ dalle previsioni dei meteorologi del Centro Epson Meteo-Meteo.it, secondo i quali nel meridione, al contrario del Nord dove le precipitazioni daranno un parziale sollievo sul fronte siccità, le piogge continueranno ad essere scarse o assenti. Il caldo sarà eccezionalmente intenso fino a sabato, con punte di 40 gradi su Calabria e Sicilia: queste temperature, assieme ai forti venti, aumenteranno il livello di pericolo di incendi. Sempre al meridione un ridimensionamento termico è previsto per domenica.

Per domani, secondo i meteorologi di Epson Meteo, è intanto confermato tempo molto instabile al Nord, con elevato rischio di piogge, rovesci e temporali, mentre potranno anche verificarsi grandinate associate a forti raffiche di vento. Rischio di nubifragi è in particolare previsto nella zone tra alto Piemonte e nord-ovest della Lombardia. Al Centro sono previsti fenomeni localmente di forte intensità associati a grandine nel nord della Toscana. I venti saranno ovunque moderati o tesi dai quadranti meridionali, con raffiche a 60-80 km/h. La ‘spaccatura’ dell’Italia sul fronte meteo proseguirà nei restanti giorni della settimana. Giovedì, in particolare, aggiungono gli esperti di Meteo.it, sono previsti forti venti di Libeccio. Avremo ancora molta instabilità al Nord e in parte al Centro. Nel resto del Paese, su bassa pianura, medio Adriatico e Sud, la giornata sarà soleggiata anche se un po’ ventosa. Venerdì il caldo sarà molto intenso all’estremo Sud, mentre al Centronord ci sarà la possibilità di rovesci o temporali su Alpi, alta Pianura, Liguria e tra Sardegna e regioni centrali. Previsto tempo stabile al Sud e Sicilia, con punte di 40 gradi. Sabato l’area di bassa pressione sull’Europa centro-occidentale si dirigerà verso est. Ci sarà ancora tempo instabile al Nord ma con fenomeni meno diffusi e intensi. Domenica è previsto un ridimensionamento termico anche al Sud e il tempo sarà più stabile dappertutto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close