Statistiche
ARCHIVIO 4

Campagnano, il presepe vivente si farà

di Isabella Puca

Ischia – É arrivata nella giornata di ieri, di buon mattino, la notizia che il comandante della polizia municipale di Ischia, Giovan Giuseppe Pugliese, ha ripristinato il doppio senso di circolazione in via Ca’Mormile il quel di Campagnano. L’ordinanza è stata emessa dopo che una serie di cittadini residenti in zona aveva chiesto l’adozione del provvedimento di fronte al quale l’amministrazione comunale, per fortuna, non si è opposta. «Era un provvedimento assurdo, non aveva significato. É la vittoria di un paese intero che ha firmato una petizione popolare per ripristinare una situazione che giovava solo a un paio di persone». É stato questo il commento dell’avvocato Giuseppe Di Meglio che aveva fatto sapere che, se il comune non avesse ascoltato il popolo di Campagnano, quest’anno non avrebbe avuto luogo la 13° edizione  del tanto atteso presepe di Campagnano. «Ci hanno ripensato per tempo – ci dice soddisfatto – e quindi, il presepe si farà! In cuor mio speravo che la cosa si chiudesse così, nonostante tutto, mi dispiaceva non farlo, questo è il tredicesimo anno, scherziamo?». Tutto è bene quel che finisce bene, dunque, e quando la vittoria è di tanti fa ancora più piacere. A essere contento per questo provvedimento non è, infatti, solo il popolo di Campagnano ma Ischia tutta e anche i turisti che verranno, nel periodo di Natale, e che potranno godere di un evento unico al mondo come quello del presepe vivente. I cittadini di Campagnano, avevano, infatti, dato un vero e proprio ultimatum all’amministrazione comunale di Ischia “o togliete il divieto d’accesso in direzione del borgo di Campagnano oppure, quest’anno, non faremo il presepe”. La richiesta, firmata da tutti i cittadini residenti in quella zona, era stata anche ben motivata con questioni relativi alla pericolosità, legata a ben tre curve a gomito e una discesa rapidissima e a questioni, per così dire, “turistiche”, «se viene un turista a Campagnano, – ci disse qualche giorno fa l’avvocato Di Meglio, spiegando i motivi della protesta – per vedere il panorama, la prima cosa che vede quando arriva sono le case popolari e, la vista, di certo, non è paragonabile al panorama». Questa sera gli organizzatori del presepe più bello di Ischia, si riuniranno per decidere la data, da concordare con il vescovo, il sindaco e gli albergatori, «ci riuniremo per  concordare una linea e portarla avanti con la massima spartanità, senza sperperi, come ogni anno», è l’unica cosa che ci anticipa l’avvocato Di Meglio  di questa tredicesima edizione del presepe vivente di Campagnano che, ne siamo certi, regalerà a ischitani e turisti di tutte le età emozioni uniche legate sì al Natale ma anche e soprattutto a un gruppo di persone che cooperando insieme, senza invidie e interessi, riescono a portare avanti, ogni anno, un evento con la “e” maiuscola.

 

 

 

Ads

 

Ads

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x