ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Cantalamessa “azzera” la Lega Isolana: «Da questo momento parlo solo io»

di Francesca Pagano

 

«Venerdì non sarò a Ischia. A breve ci sarà una riorganizzazione a livello provinciale della Lega ed in quell’occasione verrò sull’isola per illustrare i nuovi organigrammi. E sia ben chiara una cosa: fino ad allora nessuno può e deve parlare in nome e per conto della Lega sull’isola di Ischia. Da questo momento parlo solo io. Sono l’unica voce ufficiale. Tutti gli altri parlano a titolo personale». Non usa mezzi termini Gianluca Cantalamessa parlamentare e coordinatore regionale della Lega di Salvini. Il parlamentare è stufo delle polemiche che hanno travolto il partito sull’isola. Ed intende dire la sua.

 

Onorevole, che cosa è successo sull’isola di Ischia?  

Annuncio

«Conosco ciò che mi è stato raccontato. Molti dei protagonisti non li conosco nemmeno personalmente. Alcune persone hanno invitato altre persone sull’isola di Ischia. Queste ultime hanno millantato di essere dirigenti della Lega. In realtà non sono nemmeno militanti della Lega. E ciò ha creato confusione. Per questo avevo dato la mia disponibilità a venire sull’isola. C’è necessità di chiarezza e di ristabilire la realtà dei fatti».

 

Ed allora quando verrà sull’isola e ristabilirà la verità? 

«A breve ci saranno dei cambi nell’organigramma sia regionale che provinciale e per questo preferisco rimandare l’incontro. Verrò sull’isola nel giro di sette/dieci giorni. (Le date in ballo sono il 27 o il 4 febbraio). Ed in quell’occasione saranno presentati anche i nuovi responsabili sull’isola della Lega».

 

Tra i volti nuovi della Lega ad Ischia ci saranno anche Aldo Presutti e/o la sua compagna Carmen Terracina? 

«No. Per essere dirigenti della Lega e far parte dell’organigramma del partito è necessario aver fatto un minimo di militanza. Non è sufficiente nutrire simpatia o interesse per un partito per essere nominati responsabili. Bisogna formarsi prima. In questo periodo ho preso atto della simpatia e della vicinanza di tante persone sull’isola. E faremo in modo che tutte queste persone siano accanto al nuovo commissario del partito sull’isola. Il percorso da fare a Ischia, così come in tante altre realtà, è lungo. Assicuro tutti: gli ischitani non saranno soli».

 

Ci sarà la sede della Lega presso l’Hotel Solemar? 

«Non so. Questa sarà una decisione che prenderanno i nuovi responsabili del partito sull’isola di Ischia. Al momento prendo atto della disponibilità di Aldo Presutti e lo ringrazio».

 

Onorevole, veniamo a quello che è stato definito come ‘l’intrigo ischitano della Lega’. Che cosa è successo? 

«Non lo so. Ma una cosa sia chiara: non basta avere una tessera, semmai fatta on line, per definirsi tesserato e/o dirigente della Lega».

 

Che cosa vuole dire? 

«Dal mio omologo in Emilia ho appreso che questa persona che è venuta ad Ischia parlando in nome e per conto della Lega non sarebbe responsabile di sedi nè sezioni. non è un dirigente del partito e, sempre secondo quanto mi è stato riferito, non risulta nemmeno socio militante. In poche parole non aveva e non ha alcun titolo per parlare in nome e per conto della Lega ad Ischia. Poteva solo parlare a titolo personale».

 

Ed il bonifico che ha fatto Aldo Presutti? C’è. È tracciato. 

«Si, lo so. Non conosco il fine. Sono stanco di parlare di queste beghe. Parliamo di turismo che è fondamentale per l’isola, ma smettiamola di accostare il nome della Lega a queste vicende. E sia ben chiara una cosa: la Lega non chiede soldi né per le candidature né per eventuali progetti imprenditoriali».

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close