CRONACAPRIMO PIANO

Caos ai Maronti, Dionigi rassicura: «Ridurremo la confusione»

Il primo cittadino del comune collinare rassicura i frequentatori della splendida spiaggia sottolineando l’impegno profuso per renderla quanto più fruibile e comoda

Bella, spaziosa e panoramica. E quest’anno anche più pulita del solito, come testimoniano, felici, i numerosi turisti che scelgono l’arenile di Barano per passare lunghe ore di svago e relax. L’acqua cristallina sembra riportare il mare baranese agli antichi fasti, anche se durante il week-end, complici probabilmente le imbarcazioni che stazionano nella baia, un po’ di sporcizia prodotta dagli ospiti poco attenti al paradiso marino tende sempre ad accumularsi. Una dimostrazione in più che forse bisogna fare presto e regolare quanto prima, con il parco boe, la sosta delle imbarcazioni nella bella spiaggia. Ma questa è un’altra storia.

La spiaggia dei Maronti, in questo mese di agosto sta registrando numeri record di presenze. Testimonianza ne danno gli arenili pieni di bagnanti e i ristoranti che registrano presenze che rasserenano, almeno in parte, chi ha temuto un vero tracollo di turisti per questo 2019 che tra cattivo tempo e ripresa di mete alternative non ha baciato l’isola d’Ischia di particolare fortuna. Intanto però agosto registra il tutto esaurito e anche nelle giornate infrasettimanali la spiaggia è popolata da molte persone, sempre un buon segno per la più ampia delle spiagge ischitane. Ma domenica scorsa questo abnorme afflusso si è tramutato in un coacervo di confusione, caos e disagi vari.

L’incendio avvenuto ai danni di un’automobile al Testaccio non ha aiutato: i bus costretti per decine di minuti a non poter scendere nella piazzola dei Maronti ha comportato l’accumulo di spazientiti turisti che avrebbero voluto raggiungere, dopo una giornata di mare, celermente le proprie destinazioni. Ma a spazientire i frequentatori della spiaggia è stata soprattutto il parcheggio creativo e selvaggio che ha costellato i tornanti dei Maronti di manovre e soste quanto mai azzardare, con macchine posizionate persino in curva, in alcuni casi anche su entrambi i sensi di marcia, creando così delle vere e proprie forche caudine di auto che hanno reso davvero difficoltosa e pericolosa la discesa verso la spiaggia. La principale accusa rivolta all’amministrazione da chi domenica ha scelto la spiaggia dei Maronti per passare qualche ora di svago si è concentrata sulla totale assenza di agenti della Polizia Municipale a tentare di mettere ordine in una domenica in preda al caos. Il sindaco Dionigi Gaudioso è lapidario: “non abbiamo un numero di agenti della polizia municipale tali da permettere di presidiare tutto l’ampio territorio di Barano. – ma allo stesso tempo promette e rassicura “ nelle prossime settimane saremo più presenti sul territorio per evitare che possano avvenire ulteriori disagi per l’utenza. Dispiace per le persone che hanno atteso nella piazzola per lungo tempo i bus, ma purtroppo se capitano incidenti e imprevisti come l’incendio dell’autovettura al Testaccio, proprio nell’ora di punta di una domenica particolarmente popolata non possiamo fare altro che attendere l’intervento delle forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco per rimettere in sicurezza le strade e permettere ai bus di giungere in spiaggia e fornire il servizio per i bagnanti.”

Il primo cittadino ha poi aggiunto: “stiamo lavorando, giorno dopo giorno, per rendere la spiaggia dei Maronti sempre più bella ed accogliente. In questi giorni abbiamo installato, ad esempio, nuovi cestini per rendere sempre più bella e pulita la nostra spiaggia. Spiaggia che in questa estate è sempre più pulita e con un’acqua che un po’ tutti a partire dai turisti, – dichiara il sindaco Dionigi Gaudiosi – riconoscono bella, pulita e cristallina”.

Articoli Correlati

Un commento

  1. Non sono tanto le presenze che danno fastidio ma gli scarichi a mare. Tutta la baia dei Maronti e una discarica a cielo aperto, con colibatteri e quant’altro piena, ma è più facile veder la pagliuzza che la trave, che scempio, ma si guarda altrove, buone vacanze di EMME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close