CRONACA

Capricho, nominato il seggio di gara per la riqualificazione

Domani l’inizio delle operazioni per l’assegnazione dell’appalto dei lavori alla sede provvisoria del Comune di Casamicciola

Sono stati nominati i componenti del seggio di gara per l’appalto dei lavori al Capricho. Si tratta delle opere di adeguamento, ripristino e riqualificazione del noto edificio di Piazza Marina a Casamicciola, attuale sede provvisoria del Comune. Il seggio di gara sarà composto dall’architetto Sara Castagna che rivestirà il ruolo di Presidente, dall’architetto Mariacaterina Castagna, e come Segretario verbalizzante dal geometra Francesco Impagliazzo. Va precisata la differenza tra seggio di gara e commissione giudicatrice: la valutazione delle offerte tecniche – nella quale viene esercitata la discrezionalità tecnica – va necessariamente effettuata dalla Commissione giudicatrice, mentre le operazioni nelle quali non vi è valutazione discrezionale possono essere compiute dal seggio di gara, organo diverso che può essere costituito anche dal solo Rup. La procedura negoziata verrà svolta a mezzo della Piattaforma Telematica Asmecomm Tuttogare. Lo scorso 30 settembre si era svolto il sorteggio come stabilito nell’avviso pubblico per individuare i cinque Operatori Economici da invitare successivamente alla procedura negoziata. La scadenza fissata per le aperture delle offerte era il 5 novembre, mentre l’inizio della procedura di gara è stata stabilita per il giorno 10 novembre, ma per andare avanti nella procedura era necessario prima nominare i componenti del seggio di gara. Pertanto l’inizio delle operazioni di gara è stato rinviato al giorno 12 novembre alle ore 11:00 per consentire l’insediamento del seggio. I componenti citati si occuperanno dello svolgimento di tutte le fasi che comportano l’espletamento di attività di natura amministrativa, quali la verifica del tempestivo deposito e dell’integrità dei plichi inviati dai concorrenti; il controllo della completezza della documentazione amministrativa presentata e della conformità della stessa a quanto richiesto dal disciplinare di gara; l’attivazione della procedura di soccorso istruttorio e l’adozione del provvedimento che determina le esclusioni e le ammissioni dalla procedura di gara, provvedendo anche agli adempimenti di cui all’art. 29, comma 1, del Codice.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex