Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

CAR SHARING, IL PROGETTO PER FAR CIRCOLARE AUTO ELETTRICHE NAUFRAGATO

 

DI GIOVANNA FERRARA

ISCHIA. Se da un lato ci sono troppe auto. Non ce n’è nessuna ‘pulita’. Nessuna auto green. Non ci sono auto elettriche, ma ci sono le colonnine. Presso il Bar Calise, il Sorriso Thermae Resort, l’Oasi, l’Hotel Myage, l’Hotel Grazia Terme, il ristorante l’Innominato, il Co.Re.F. Complesso di revisioni Flegreo e l’Albergo della Regina Isabella fanno bella mostra delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Delle auto, però, nessuna traccia. Lo scorso anno è nato un progetto di car sharing di auto elettrice. Un progetto durato poco meno di una stagione turistica. Il progetto “Ischia Isola Verde” aveva come intento quello di rendere Ischia capofila dell’eco-turismo. L’iniziativa è nata a giugno 2017 e prevedeva la collaborazione tra varie aziende che stanno investendo nei mezzi di trasporto green tra cui Enel, che ha fornito le colonnine per ricaricare le auto, e B-Rent che ha messo a disposizione le auto. Delle 30 colonnine annunciate, ne sono state installate solo otto e delle 20 auto elettriche sull’isola sono arrivate tra le cinque e le dieci Nissan Leaf. La fase progettuale prevedeva lo sviluppo del programma con l’intento di arrivare a 50 colonnine di ricarica entro un anno che avrebbero portato l’isola di Ischia, con i suoi 46 chilometri quadrati, al primato di area con la maggiore densità di stazioni di ricarica di tutto il territorio nazionale. Il noleggio, nella prima fase del progetto, poteva essere effettuato attraverso gli alberghi che avevano  aderito al progetto, con l’intento di creare una rete da estendere su tutta l’isola. L’iniziativa aveva raccolto il plauso di tante aziende tra cui Alilauro. Ne è nata una collaborazione tra i due colossi della mobilità: B-Rent e Alilauro. Dall’incontro tra terra e mare ne è nata l’“Operazione Surf&drive”, che garantiva una serie di agevolazioni sul noleggio dell’auto ad Ischia. Sconti particolari, soprattutto per i residenti, per chi avrebbe preso in fitto delle autovetture green che B-Rent aveva introdotto sull’isola. Peccato che l’iniziativa sia durata solo una stagione. O anche meno. È stata lanciata a giugno ed a fine settembre le auto hanno lasciato l’isola per tornare sulla terraferma. Ce lo confermano da B-Rent. “Purtroppo si – ci spiegano – il progetto ‘Ischia Isola Verde’ e l’inserimento di car sharing elettriche è durato poco. Le nostre auto elettriche adesso non ci sono più sull’isola”. “Abbiamo messo a disposizione le auto elettriche – ci hanno confermato – la verità è che l’esperimento non ha riscosso un notevole successo. Probabilmente ci voleva più tempo per far capire le potenzialità della nostra proposta e del valore della stessa. Le difficoltà che ci sono state fatte presenti erano legate a questioni logistiche. Per caricare un’auto ci volevano anche tre ore e le colonnine erano solo in prossimità di strutture private. Piccoli problemi logistici che hanno scoraggiato i potenziali clienti”. E hanno concluso: “Peccato”.

 

FINE TERZA PUNTATA, SEGUE. LE PRECEDENTI SONO STATE PUBBLICATE SABATO 18 E DOMENICA 19 AGOSTO.

Ads

 

Ads

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex